Pronti a rientrare e prendersi l’Avellino: quattro “nuove” pedine e tre dubbi per Toscano

Pronti a rientrare e prendersi l’Avellino: quattro “nuove” pedine e tre dubbi per Toscano

Mister Toscano dopo la sconfitta di Chiavari dovrà trovare il bandolo della matassa con quattro “nuove” opzioni

E’ stato già indicato come colui che dovrà dare quel qualcosa in più all’Avellino per prendere i primi tre punti di questo campionato e non complicare il cammino dei lupi già alla terza giornata di campionato. Non si tratta di un attaccante, di un difensore o di un centrocampista biancoverde ma di mister Toscano, chiamato a dare un’identità alla squadra e far macinare gioco ai suoi uomini. Se la prima uscita aveva dato qualcosa sotto il punto di vista dell’intensità, la partita di Chiavari ha mostrato molte lacune partendo proprio dall’assetto di gioco della squadra.

Il tecnico, già da lunedi in campo, ha iniziato a preparare la sfida che vedrà come avversario al Partenio-Lombardi il Trapani. Attraverso il lavoro potranno arrivare risposte concrete ma recuperare uomini importanti in questo momento sembra prerogativa necessaria. Sotto questo aspetto Mimmo Toscano non può che sorridere. Pronti a rientrare tra le fila biancoverdi i reduci dalle respettive avventure nazionali. Boris Radunovic, Berat Djimsiti e Idrissa Camara da domani inizieranno il loro viaggio di avvicinamento all’Irpinia e saranno a breve a disposizione del tecnico.

Buone notizie dunque, legate però a qualche dubbio in più.

Il portiere della Serbia dopo le sfide con Italia e Irlanda prenderà con molta probabilità il ruolo da titolare tra i pali. La sfida con il Trapani potrebbe sancire definitivamente chi per il momento chi è il titolare tra i pali negli schemi del tecnico calabrese. Non è escluso che la scelta ricada su Frattali per il rientro a metà settimana della promessa serba.

Chi di certo in questo momento rientra senza mezzi termini nei piani di mister Toscano è Berat Djimsiti. Il difensore arrivato dall’Atalanta è reduce dall’amichevole contro il Marocco e dal match di qualificazione ai Mondiali di Russia. Incontro disputato in due giorni causa pioggia in cui il calciatore ha speso molto con De Biasi che lo ha impiegato al centro della retroguardia. Toscano potrebbe puntare subito su di lui ma il calciatore non si è mai allenato con il gruppo e rientrerà solo giovedi in città. Molto difficile un suo impiego.

Discorso diverso per Idrissa Camarà. Il tecnico conosce benissimo le sue caratteristiche ma al momento il calciatore che ha disputato tutti e novanta i minuti nella sfida tra la sua Guinea e il Congo, è chiuso in un parco attaccanti di tutto rispetto. Eppure Camarà potrebbe essere la chiave per dare vitalità all’attacco biancoverde che spesso perde di imprevedibilità e velocità. Sicuramente una freccia avvelenata all’arco di Toscano che se medita rivoluzione potrebbe scoccare immediatamente.

Non è partito per nessuna trasferta ma è anche lui pronto a rientrare nel centrocampo biancoverde. Fabrizio Paghera, vittima di un infortunio durante il ritiro di Sturno, si è rimesso al 100% e con le precarie condizioni di Omeonga sembra essere arrivato per lui il momento di rimprendere le chiavi della mediana. Paghera tra i “rientranti” sembra essere il più accreditato a giocare dal primo minuto con il tecnico che attende solo il definitivo ok dallo staff medico.

Quattro pedine in più che al momento aggiungono qualche ulteriore dubbio a Toscano ma che sono prontissime a prendersi il loro posto nello scacchiere biancoverde.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy