Rantier racconta il gol beffa: “Erano distratti. Mi sono divertito tantissimo”

Rantier racconta il gol beffa: “Erano distratti. Mi sono divertito tantissimo”

I commenti in casa Bassano dopo la vittoria sui biancoverdi

Mister D’Angelo è soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi: “Abbiamo disputato la gara che avevamo preparato, merito dei ragazzi che hanno applicato molto bene i compiti richiesti. I ragazzi hanno fatto bene sotto ogni punto di vista, è giusto godere fino in fondo di questa vittoria. La squadra è mentalmente forte e si stanno allenando bene, il gruppo ha poi capito che in questa squadra c’è spazio per tutti e tutti avranno la possibilità di giocare.
Ora ci aspetta la Sampdoria che è il giusto premio per questa squadra, si parte dallo 0-0 e a me non piace perdere, quindi proveremo il tutto per tutto per provare a metterli in difficoltà, io poi a Marassi ho segnato 20 anni fa, sarà bello tornare”.

Tommy Maistrello ha segnato il suo secondo gol consecutivo: “Appena ho segnato ho urlato ai miei compagni che il gol era di tutti noi. Tutti lottiamo, si è creata una bella alchimia che ci aiuta molto dentro e fuori dal campo. Quindi questo gol lo dedico alla squadra e alla mia ragazza, Alessia.
Ero su ogni palla? Quest’anno mi sento molto responsabilizzato dalla società, dai compagni, dal mister, io cerco di dare il massimo ad ogni gara”.

Julien Rantier ha segnato la sua prima rete in giallorosso: “Sono molto soddisfatto del gol per i miei compagni, questa vittoria permette a tanti ragazzi di solcare il campo di Marassi. Ho visto il portiere distratto fuori dai pali, ho chiesto all’arbitro se potevo battere e ho segnato da corner. Mi sono subito sentito parte del gruppo e di questo progetto, tutti abbiamo molta voglia di fare e questa è la base giusta per raggiungere grandi risultati. La cosa più bella al termine di una gara è entrare negli spogliatoi e sentir dire i ragazzi ‘oggi mi sono divertito'”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy