Rastelli non dimentica Avellino: “A La Spezia la vittoria più bella. E quella notte insonne…”

Rastelli non dimentica Avellino: “A La Spezia la vittoria più bella. E quella notte insonne…”

L’ex tecnico dell’Avellino, ora alla Cremonese, non dimentica il lupo

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

Dopo l’esonero rimediato a Cagliari e l’anno di pausa forzata, Massimo Rastelli ha ripreso il suo cammino in panchina da Cremona e dalla Cremonese. Nelle prime tre partite con i grigiorossi, l’ex tecnico biancoverde ha ottenuto 2 vittorie confermandosi ancora una volta come allenatore di grande spessore.

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Rastelli ha avuto modo di tornare sul suo passato e di soffermarsi anche sulla sua esperienza ad Avellino (“Ad Avellino dopo la promozione abbiamo fatto due ottimi campionati”). Un’esperienza fondamentale per il percorso di crescita del mister di Torre del Greco, che nel corso dell’intervista ha raccontato qualche aneddoto proprio sul suo triennio in Irpinia. In particolare, Rastelli ha svelato come la svolta nell’anno della promozione fosse arrivata grazie ad un’intuizione notturna che lo portò al cambio di modulo: “Una volta con l’Avellino mi è venuta così l’intuizione per cambiare un 4-4-2 che non mi convinceva: siamo andati a Pisa, ho messo De Angelis trequartista, abbiamo vinto 3-0 e siamo volati verso la promozione in B”.

Ma nell’album dei ricordi c’è spazio anche per altri momenti vissuti alla guida dell’Avellino. Come la vittoria ottenuta ai playoff con lo Spezia, che Rastelli ha descritto alla rosea come la sua vittoria più bella: “La partita da incorniciare? Il preliminare dei playoff con l’Avellino a La Spezia nel 2015, in dieci per un’ora con l’obbligo di vincere per passare il turno. E vincemmo 2-1 con un modulo pensato qualche notte prima. Oppure a Modena: non avevamo difensori centrali, adattai due o tre giocatori e vincemmo”.

Ricordi indelebili di un tempo che oggi pare molto lontano, ma destinati a rimanere sempre vivi nella testa e nel cuore di uno degli allenatori più vincenti nella storia del lupo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy