Serie D – SSF Atletico, l’attaccante Diego Tornatore: “Avellino è nel mio cuore ma domenica non c’è spazio per i sentimentalismi”

Serie D – SSF Atletico, l’attaccante Diego Tornatore: “Avellino è nel mio cuore ma domenica non c’è spazio per i sentimentalismi”

Le parole dell’attaccante Tornatore, lui irpino, che domenica sfiderà l’Avellino con l’Atletico

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Intervistato da Radio Punto Nuovo, alla trasmissione Un pomeriggio da Supereroi, l’attaccante dell’Atletico SSF, Diego Tornatore, ha analizzato la sfida che li vedrà contrapposti domenica all’Avellino. Tornatore che è il giocatore simbolo dell’Atletico e capocannoniere con 3 gol.

Per lui sarà una gara speciale visto che è avellinese di nascita ed è cresciuto a Mirabella Eclano. L’emozione, però, non lo fermerà.

Queste le parole di Diego Tornatore a RPN: “Sono avellinese docg, sono cresciuto a Mirabella Eclano, con mia madre che è di Bellizzi e papà di Aiello. Sono simpatizzante dell’Avellino, sono del 1984 quindi papà da piccolissimo mi portava a vedere gli ultimi anni di Serie A, poi anche negli anni ’90 nelle serie minori. Ho girato tanto, poi mi sono allontanato dall’Irpinia e poi mi sono stanziato nel Lazio, da diversi anni, con Sora, Latina e ora Atletico Fiumicino. Sarà ovviamente un’emozione giocare contro i lupi domenica, è la prima volta che li incrocio. E’ una partita sentimentalmente ha un qualcosa in più, poi però l’emozione deve sparire e devo fare il mio corso e provare a fare una bella partita. L’Atletico è una squadra validissima, l’anno scorso ci siamo giocati il campionato fino alla fine chiudendo terzi, è una società ambiziosa e credo che possiamo far male all’Avellino. L’obiettivo è quello di fare un campionato di vertice e provarlo a vincere. A noi dispiace non poter accogliere una squadra e una tifoserie come Avellino in uno stadio come si deve, ma su un campetto stretto, con soli 400 spettatori disponibili. So che la società ha in progetto uno stadio vero e proprio e poi possiamo ospitare anche nobili decadute senza problemi. Il campo è un pò piccolino ma a noi sta bene perchè siamo abituati, e in casa possiamo far male a chiunque”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy