Stop per Biraschi, Paghera e Sbaffo verso il recupero: prove tecniche per Toscano nel primo test prestagionale

Stop per Biraschi, Paghera e Sbaffo verso il recupero: prove tecniche per Toscano nel primo test prestagionale

L’Avellino si prepara alla sfida contro la rappresentativa locale di Sturno

Commenta per primo!

Quest’oggi per i biancoverdi giornata di lavoro caratterizzata da una doppia seduta agli ordini di mister Toscano. In mattinata lavoro prettamente fisico in palestra, per poi passare sul rettangolo di gioco dove sono state provate alcune situazioni sia della fase difensiva che di quella offensiva. In particolar modo quest’ultima ha visto particolarmente impegnati gli esterni, considerati fondamentali nel 3-4-3 dell’allenatore calabrese. Giocatori visibilmente affaticati dopo il lavoro in palestra.

Unici assenti Jidayi e D’Angelo: il primo a causa di un risentimento al polpaccio rimediato da una scontro con Mokulu nell’allenamento di ieri (oggi esami strumentali per lui per capire l’entità dell’infortunio), il secondo invece si è sottoposto a terapie a causa di un affaticamento muscolare. Verso il recupero dai rispettivi problemi muscolari sia Sbaffo che Paghera. D’altra parte, nel pomeriggio, seduta più leggera in vista della prima uscita stagionale dei lupi che si terrà domani alle 17.30 presso “Il Castagneto” di Sturno contro la rappresentativa locale. Quindi, come consuetudine di questi primi giorni di ritiro, dopo una faticosa mattinata, lavoro con il pallone e prova dell’undici che domani scenderà in campo in vista della prima amichevole pre-campionato.

Importanti novità sul fronte infortuni, dato che Biraschi ha rimediato una botta al ginocchio che lo terrà fuori nel test di domani. Nella partitella finale sono stati provati gli undici di partenza: Frattali in porta, difesa pressoché obbligata con Perrotta Gonzalez e Donkor (date le assenze di Jidayi, Migliorini e dello stesso Biraschi), centrocampo a 4 con Belloni ed il neo arrivato Asmah sugli esterni, mentre ad agire in mediana ci sarà il belga Omeonga con Gavazzi. Tridente composto da Bidaoui e Verde sulle fasce, al centro staffetta Castaldo-Mokulu.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy