“Terremotati e terroni”: a Verona nessuno sente nulla. Non arriva la multa

“Terremotati e terroni”: a Verona nessuno sente nulla. Non arriva la multa

La discriminazione territoriale non esiste più in serie B. Il Verona la passa liscia ma si punisce il Perugia perchè i propri tifosi, lanciano un fumogeno in campo, per attirare l’attenzione per un tifoso morto sugli spalti

Commenta per primo!

“Terremotati e terroni si può cantare”. Almeno nella Lega di serie B, si può fare. Dopo Benevento, il Verona la passa liscia anche in casa contro l’Avellino. Nessun provvedimento del Giudice Sportivo. Nemmeno una multa. Niente di niente. Nessuno ha sentito niente. Manco il direttore di gara. Nemmeno i fischi durante il minuto di raccoglimento. Dove è finita la discriminazione territoriale tanto decantata stagioni fa per porre fine al “razzismo” psicologico messo in atto dalle tifoserie? Non si sa. Intanto il Perugia viene multato per un lancio di un fumogeno in campo al 42′ della ripresa. C’è stato un morto a Perugia. Un tifoso se n’è andato via. Ma questa è un’altra storia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy