Un’amichevole dalle 100 bugie: non diamo la colpa ad altri… già è assurdo, diventerebbe fantascienza!

Un’amichevole dalle 100 bugie: non diamo la colpa ad altri… già è assurdo, diventerebbe fantascienza!

L’amichevole con la Roma non si farà. Era quasi impossibile ma qualcuno vuole far credere il contrario

1 Commento

Siamo stati i primi a denunciare la notizia venuta fuori dalle stanze di Piazza Libertà dell’impossibilità di effettuare un’amichevole tra Avellino e Roma il 6 agosto. Nello stesso giorno era infatti previsto il match del secondo turno di Coppa Italia in cui l’Avellino farà il suo esordio ufficiale stagionale. Giornali nazionali e ambiente biancoverde in fervore: la Roma era pronta a scendere in Irpinia e “riportare il calcio che conta al Partenio-Lombardi”. Improvvisamente iniziarono a spuntare inviti fasulli della partita che riportavano in calce un 6 agosto di “giovedi”. Inviti “ufficiali” a detta di molti che continuavano a ingannare tifosi e anche qualche addetto ai lavori poco attento. Poi il rilancio. In un incredibile incastro da maestri del Tetris bastava anticipare la partita di Coppa Italia e la Roma avrebbe portato i propri gladiatori nell’arena del Partenio. Addirittura c’era chi aveva intervistato il cuoco che avrebbe sfamato i giallorossi in Irpinia pronti a sedersi a tavola dopo il match. Sembrava tutto fatto, come alchimisti dell’incredibile l’Avellino era riuscita a far quadrare tutto per portare Di Francesco e i suoi uomini ad Avellino.

Qualcuno l’ha definita arte.

Oggi vien fuori che è improvvisazione.

Si perchè l’amichevole non si giocherà e la conferma definitiva arriva dal direttore sportivo Massimiliano Taccone che posta su Instagram un prototipo della maglietta che avrebbero dovuto indossare i calciatori per la partita, contornata da faccine rosse di rabbia per il mancato via libera da parte del Matera. Ma come è possibile? Davvero la società credeva che sarebbe stato tutto cosi semplice? Spostare una partita ufficiale per un’amichevole? Che le squadre di “Lega Pro” finite nel cammino dell’Avellino avrebbero dovuto avere a disposizione due giorni in meno di allenamento perchè la Roma doveva venire al Partenio? Bisognava attendere davvero il sorteggio per concludere il magnifico piano e far incastrare tutto alla perfezione? Strategie societarie sulle quali non mettiamo bocca. Ma una cosa bisogna dirla: non diamo la colpa al Matera, perchè lo sport ti porta a provarci e ognuno fa il suo gioco. Domandare al Bassano che ci ha eliminato lo scorso anno anche grazie ad un’inversione di campo e si ritrovò al Marassi. Non diamo sempre per scontato che gli altri ci facciano da spalla nell’improvvisazione generale. Noi la partita con la Roma l’avremmo voluta. Non si può fare? Magari ci riproveremo la prossima stagione con un po’ di lungimiranza e meno sufficienza.

Detto questo c’è da sottolineare un’altra piccolissima cosa perchè altrimenti si prevalica nello sconcertante. Il presidente Taccone nella conferenza stampa di presentazione dello sponsor Sidigas aveva annunciato che il Memorial in onore di Paolo Pagliuca si sarebbe fatto insieme al Trofeo Taccone contro Cagliari e Cremonese. Ora vien fuori che la giornata dedica al compianto Paolo si sarebbe dovuta tenere nella fantomatica partita contro la Roma. In pratica una partita cosi sentita a detta di molti sarebbe stata programmata in un giorno che di certo non aveva nulla se non la sola disponibilità della Roma calcio? E ci sono anche le magliette con tanto di dedica! Speriamo sia solo un prototipo pronto qualche giorno fa mentre abbiamo mandato capitan D’Angelo con una divisa a metà a girare lo spot Sky. Il contrario sarebbe assurdo. Quasi fantascienza. Da far rimanere qualcuno senza parole.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-9325338 - 3 mesi fa

    Un’inversione di campo fa perdere una partita…..raccontiamolo ai bambini ia’

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy