Mondiale di Hung Gar Kung Fu: Gli Atleti Irpini cercano il podio

Lunedì gli allievi Irpini di Sifu Massimo Iannaccone saranno concentrati ad arricchire il medagliere dell’ Italian Accademy di Hung Gar Kung Fu di Avellino. Voleranno ad Hong Kong e da li prenderanno la direzione della città di Foshang, nella Cina del sud, patria del Kung Fu tradizionale, per partecipare al Huang Feihong Cup “International Hung Kuen Competition 2016”, con oltre 1000 atleti provenienti da tutto il mondo , sponsorizzato dal governo cinese in associazione con la WORLD HUNG KUEN ASSOCIATION.

L’ Italian Academy Hung Gar Kung Fu è una Associazione ideata e diretta dal Sifu Massimo Iannaccone. Essa opera sotto l’egida della LAM CHUN FAI HUNG KUEN SCHOOL di Hong Kong.

L’associazione tende a preservare lo stile Hung Gar nella sua integrità e purezza, così come è stato tramandato dal Gran Maestro “Lam Sai Wing” all’interno della sua famiglia, oramai alla 7° Generazione, di cui Sifu Massimo Iannaccone, ne è il primo allievo diretto. Il medagliere del nostro Sifu parla chiaro: 7 ori conquistati nei vari tornei organizzati in quel che fù il Celeste Impero, l’ultima medaglia d’oro nel 2008 al “Third Hong Kong International Wushu Competition and The International Health Qi Gong Demonstration.

La nascita dello stile Hung Gar, che letteralmente significa “Pugno della famiglia Hung”, va fatta risalire intorno al 1700 d.C.20141122_075543

La sua diffusione avviene all’epoca della distruzione di un monastero shoalin Syulam nel sud della Cina, da qui i monaci sopravvissuti si dispersero, ma uno di loro, Zhi Shan, diffuse le sue tecniche al mercante Kung Sei Kung, un personaggio semi-storico, forse frutto dell’immaginazione dei romanzieri di fine secolo, che decise di codificarle e diffonderle, da qui la storia inizia ad essere intrecciata e nascono più correnti dello stile del Hung Gar.

Il Dr. Sifu Iannaccone , ha saputo fondere l’antica arte dello stile dei 5 animali di Shaolin lo Hung Gar Kuen, stile del sud della Cina , forte, potente, ma, allo stesso tempo morbido e fluido con il QI Gong, un’antica arte medica cinese del respiro e del movimento.

Il Qi Gong e l’arte del Kung Fu hanno origini antiche e parte esse risalgono alle prime tecniche di respirazione e movimento utilizzate dai Maestri Taoisti che impegnati nella ricerca della formula dell’immortalità, volsero la loro attenzione all’interno del corpo umano con l’intento di comprendere i meccanismi che concorrono ad accendere la vita in tutti gli esseri viventi e a scoprire i segreti del flusso vitale: il Qi. Chi pratica il Qi Gong sente sviluppare dentro di se, accanto alla calma e alla rilassatezza, una potente vitalità.

Ma da Lunedì gli allievi Irpini di Sifu Massimo Iannaccone saranno concentrati ad arricchire il medagliere della nostra Accademia di Hung Gar – Kung Fu. Voleranno ad Hong Kong e da li prenderanno la direzione della città di Foshang, nella Cina del sud, patria del Kung Fu tradizionale, per partecipare al Huang Feihong Cup “International Hung Kuen Competition 2016”, con oltre 1.000 atleti provenienti da tutto il mondo , sponsorizzato dal governo cinese in associazione con la WORLD HUNG KUEN ASSOCIATION. Schermata 2016-11-11 alle 14.02.19

I partecipanti di quest’anno sono tutti giovanissimi, tutti Irpini, il più grande ha appena 22 anni:

Andrea Agatiello  classe 94

Adolfo Pilunni classe 96

Bruno Ardolino classe 94

Giovanni Iannaccone classe 99

Francesca Eliana Marino classe 96

Dario De Luna classe 97

Joseph Bonfino classe 96

Soraya Lauretano classe 97

ai quali si aggiungeranno il Maestro Federico Maria Crotti e l’allieva Annalisa Milanese.

Nel 2014 gli allievi Andrea Agatiello e Adolfo Pilunni vinsero la medaglia d’argento nella categoria “mani nude” e “mani nude forma tradizionale”. Due Medaglie d’argento alla loro prima partecipazione ad una competizione internazionale, un risultato eccezionale.

Non ci rimane che augurarvi un in bocca al lupo speciale, affinché possiate raggiungere risultati migliori e affermare Avellino sulla sfera internazionale in quel che è lo studio dell’arte orientale del Hung Gar, riposta a livello Italiano nelle mani di Sifu Massimo Iannaccone.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy