Il rigore non c’è, il baby dell’Ausonia regala il pallone al portiere

Categoria “Esordienti 2004” tra SSD Ausonia 1931 e GS Villa, squadre della provincia di Milano. Il rigore non c’è e l’allenatore invita il suo calciatore a “regalarlo” al poritere

Categoria “Esordienti 2004” tra SSD Ausonia 1931 e GS Villa, squadre giovanili di Milano. L’arbitro sbaglia e fischia, a favore dell’Ausonia, un calcio di rigore per un fallo inesistente come documentano le immagini del match. Alberto Campelli, allenatore dell’Ausonia, non ci sta. Chiama a sè il suo rigorista e gli dice. “Non importa vincere. Il rigore non c’è. Restituisci il pallone al tuo avversario”. Decisione condivisa da tutta la squadra. Un esempio di sportività che, di questi tempi, fa bene al calcio.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy