Italia – Voleva intervistare il ministro Giannini: finisce in Questura l’inviato di Striscia

L’avellinese Luca Abete finisce in Questura. Poi viene rilasciato. “Un pò stropicciato ma sto bene” è il suo messaggio su facebook. E’ accaduto ad Avellino

Luca Abete sta bene. Ha lasciato la questura di Avellino intorno alla mezzanotte. E’ stato fermato dagli uomini della squadra mobile di Avellino nel pomeriggio di ieri dinanzi al Convitto Pietro Colletta mentre tentava di intervistare il Ministro all’Istruzione Stefania Giannini. Voleva consegnare una delle sue famose pigne per la situazione in cui versano le strutture scolastiche pubbliche in Italia ed in particolar modo ad Avellino. L’inviato di Striscia, a cui va tutta la solidarietà della redazione di SportAvellino.it, è stato immediatamente bloccato insieme al suo cameraman Luca Grafner. Intorno alla mezzanotte è stato rilasciato. Nessun commento ufficiale se non attraverso la sua pagina facebook. “Appena uscito dalla Questura… piuttosto “stropicciato”. So che siete in tanti e che mi volete bene. Grazie di cuore”. Il video, uno dei tanti che circola in rete, è di AvellinoZon. Non è al momento dato sapere se il “girato” di Luca Abete è stato sequestrato dalle forze dell’ordine o andrà in onda nel prossimo tg satirico di Canale 5.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy