L’editoriale – Setti adesso basta: stai zitto, prendi Toni e ascolta. Se hai il coraggio…

Il comunicato del Verona è un’offesa al popolo irpino. L’ennesima…

 

 

 

Deve ringraziare la Giustizia Sportiva il presidente del Verona Setti. Deve ringraziare l’assoluta assenza e coraggio di arbitri e commissari presenti al Partenio sabato scorso se nessuno ha ascoltato gli interminabili e vergognosi cori contro i morti del Terremoto dell’Ottanta. Con questo articolo siamo disposti anche ad andare in Tribunale per vedere rivendicata l’assenza totale di punizioni contro una tifoseria che da anni etichetta i tifosi del Sud come “terremotati di m….”. Non è che si distoglie l’attenzione, caro Presidente. Si chiedono applicazioni delle leggi. L’Avellino ha pagato con 8 daspo collettivi, un’attività commerciale chiusa, un divieto di trasferta e forse anche di una Curva, il finestrino rotto prima della sfida di sabato. Ma Lei, caro Setti, le distanze non le ha prese. Non ha ascoltato i cori? Quindi adesso ci faccia un favore. Si chiuda nella stanza con il suo amico Toni. Insonorizzi tutto e alzi il volume. Vediamo se ha il coraggio. E immagini cosa è accaduto dopo questo video. Morte e distruzione. Quella che Lei e il suo compagno Toni non immagina. Prenda le distanze se ha il coraggio. Aspettiamo il comunicato. Lo aspettiamo Setti. Noi non distogliamo l’attenzione. Chiediamo giustizia e rispetto per i nostri morti. Orgogliosamente terremotati. Ma lo diciamo tra di noi e non ammettiamo consigli da altri.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-9325338 - 4 mesi fa

    Visto che non li ha sentiti magari potevate postare qualche video così setti e gli altri potevano vedere e sentire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Non c’è bisogno di postarli o farli ascoltare, ci sono 8mila testimoni meno due

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy