Terremoto e Calcio – Tra morti e distruzione, l’Avellino riuscì a far innamorare tutta l’Italia

Il pomeriggio la vittoria contro l’Ascoli. Era il 23 novembre del 1980: a poche ore dalla fine di quel match, un terremoto catastrofico distrusse l’Irpinia. Migliaia di morti, disperazione. Il Partenio diventò una tendopoli. La squadra esiliò ma riuscì a far innamorare l’Italia. Quella squadra, e quei calciatori, ancora oggi, sono ricordati da tutti come eroi. In quella notte, aiutarono a scavare tra le macerie. E lo fecero anche nei giorni seguenti. L’estratto del video andato in onda sul programma Storie di Rai Tre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy