Tanti auguri a Zeman. Quando al processo…: “Io contro il sistema. Pagò l’Avellino”

Le immagini e le dichiarazioni del processo con le rivelazioni di Facchetti jr, le parole dell’arbitro Nucini e di Zdenek Zeman

 

 

Le dichiarazioni di Pasquale Casillo, il re del grano che fu presidente dell’Avellino tra il 2002 e il 2004, rese a Il Mattino qualche mese fa, tornano di attualità. Ora che Zeman è tornato in sella, restano molti dubbi su quella stagione del 2003/2004 che portò i lupi alla retrocessione nell’allora serie C. Casillo, che con Zeman, costruì il miracolo Foggia non ripetuto, purtroppo in Irpinia, qualche mese fa sulle colonne del quotidiano napoletano, ricordò quella stagione svelando particolari inquietanti. “Qualcuno nel calcio che conta italiano mi manifestò il disappunto per aver affidato la panchina a Zeman: in quella stagione ne vedemmo delle belle. Qualcosa ci fu annunciato in diretta, via sms e ce ne accorgemmo dopo la partita casalinga contro il Messina (furono fischiati contro tre rigori ndr). Alla fine del girone d’andata mi dissero chiaramente che, se volevo salvare la squadra, dovevo esonerare Zeman. Io mi rifiutai. Avevamo una squadra fortissima ma retrocedemmo. Ancora oggi mi chiedo come fu possibile”. Una denuncia taciuta per troppo tempo ma che conferma le perplessità di quel 13 ottobre del 2003. L’articolo, apparso sulle colonne della Gazzetta dello Sport, (LEGGI QUI) spiegò nei dettagli quella incredibile giornata al Partenio contro il Messina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy