VIDEO – Sacripanti: “Pesaro una sfida particolare, ripartiamo con grande ottimismo”

VIDEO – Sacripanti: “Pesaro una sfida particolare, ripartiamo con grande ottimismo”

Archiviata la sosta per l’All Star Game, riparte il campionato per la Sidigas Avellino. I biancoverdi chiuderanno lunedì la prima giornata di ritorno col posticipo delle ore 20:30 all’Adriatic Arena, teatro delle gare casalinghe della Consultinvest Pesaro. Coach Sacripanti ritornerà in quello che è stato il suo campo per due stagioni (dal 2007 a 2009).

“Andiamo a fare una trasferta strana, difficile e reduci da una pausa cui non siamo abituati. Eravamo in una buona confezione. Stavamo andando abbastanza bene. – spiega in conferenza stampa coach Sacripanti – Andiamo in un campo sicuramente difficile in cui Pesaro ha giocato delle ottime partite, vedi Milano, e sono reduci a prestazioni difficili. Vorranno riscattarsi. Dobbiamo capire come ci ripresentiamo dopo questa pausa. Abbiamo dato un riposo ampio sotto il profilo cestistico. Ci siamo impegnati a recuperare tutti sotto il profilo fisico. Ci saremo tutti. Mi fa piacere perché ci saremo tutti perché ci dà la possibilità di allenarci sul ritmo, sulle nostre regole e schemi. Pesaro è rinnovata, Daye è il giocatore più interessante della serie A, il figlio della piazza marchigiana. Ricorda la grande sfida contro Milano. E’ un fattore romantico da recuperare anche in altre piazze. Da tanti anni non si vedeva un giocatore dalla tecnica sopraffina. Difensivamente lo proteggono tanto per farlo rimanere in campo il più lungo a possibile. Lideka, invece, è un altro ritorno. Tutti gli allenatori vorrebbero averlo per la sua durezza ed intensità. Sherperd completa la rivoluzione di mercato portata avanti della Vuelle. Hanno una grandissima necessità di vincere dopo i ko di Cantù e Torino anche se quest’ultima si è decisa per due – tre episodi nel finale.

Condizione di Acker e Pini: “Giovanni è un giocatore che vuoi avere sempre in squadra per il suo ardore, sporca mille palloni in difesa, va a rimbalzo. Quando un giocatore simile attraversa problemi come quelli che ha risolto, non è mia facile. Tutti i giorni è impegnato col preparatore atletico, si sta ritagliando la sua fetta di minutaggio. Acker, invece, è l’unico che ha beneficiato di questo stop e si sta allenando senza troppe pause.”

Continuità di allenamenti: “Posso costruire qualcosa sul lungo periodo. Tutti dovranno essere bravi a rendere al meglio nel minutaggio che si meritano. Le squadre di alto livello che pagano fior di quattrini giocatori importanti. Ricordo Thorton che mi chiamava perché era perplesso sul fatto di giocare meno minuti ma con una guadagno maggiore. Per quanto ci riguarda avremo sei esterni per tre ruoli: si tratta di venti minuti a testa. Se ci sarà questo spirito di sacrificio, alzeremo l’intensità sui quaranta minuti. Questa è la chiave di diventare la grande squadra. Dobbiamo affrontarlo in crescendo.”

Mercato: “Lo consideriamo chiuso. Colgo l’occasione per fare gli auguri a Janis Blums che si è operato qualche giorno fa. Aspettiamo il rientro di Taurean Green, sarà un’aggiunta utile al nostro progetto.”

Ritorno da x : “La gente a Pesaro ha una passione viscerale, sono stato accolto benissimo ed è stato un’esperienza fondamentale nella mia carriera anche perché allenavo per la prima volta lontano da Cantù. Ho avuto tanti eccellenti presidenti ma un galantuomo come Walter Scavolini ne ho incontrati pochi. Era il primo a rincuorarti in caso di sconfitta.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy