Immensamente eroica: Sandro Abate espugna Catania ed è prima

Immensamente eroica: Sandro Abate espugna Catania ed è prima

Tre a zero a Catania, i lupi sono primi in classifica.

di Pasqualino Magliaro, @pasmagliaro

Una vittoria che vale il primato. Una vittoria a mani basso contro un Catania che non perdeva in casa da 11 partite consecutive. Uno 0-3 che lancia Avellino sul tetto d’Italia. Con tre vittorie su quattro partite.

La Sandro Abate parte bene con la novità importante nel quintetto base con l’inserimento di capitan Massimo Abate. Dall’altro lato il Catania appare subito squadra organizzata pronta a far valere il fattore campo (11 vittorie nelle 11 gare giocate in casa). Gli etnei spingono e Molitierno dice no in diverse occasioni. Avellinesi di rimessa pericolosissimi con Fantecele, Victor Mello, DIAN Luka. Ma si viaggia sui binari dell’equilibrio fino al minuto 18 e 36 secondi, quando con una ripartenza fulminea Fantecele serve un assist al bacio per Victor Mello che deve solo appoggiarla. 0-1 Avellino e tutto negli spogliatoi.

La ripresa si apre con una Sandro Abate sempre più convincente. Difesa attentissima, controllo del vantaggio senza affanni. E poi. Poi accade che Suazo su azione di calcio d’angolo raddoppia. È il 2-0 che spalanca le porte alla seconda vittoria consecutiva, la terza su quattro partite. Il Catania si disunisce, gli irpini acquisiscono ancora più forza e coraggio. Controllano il match, lo amministrano come solo una grande squadra da fare. E la ciliegina sulla torta arriva con il gol del portiere della Nazionale Molitierno che sfrutta una palla persa in attacco del Catania e a porta sguarnita, dalla sua area, si regala la parabola dello 0-3 finale.

Lupi che espugnano Catania e volano al primo posto in classifica.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy