Sandro Abate, all’Ultrabeat Cafè si chiude un 2019 indimenticabile

Sandro Abate, all’Ultrabeat Cafè si chiude un 2019 indimenticabile

Nel noto locale avellinese di Gianpio Genovese la squadra si è ritrovata per salutare un 2019 da favola

di Redazione Sport Avellino

La promozione in Serie A, la vittoria della Coppa Italia ad Asti, il terzo posto in classifica, la qualificazione alle Final Eight da testa di serie. Un 2019 da favola per la Sandro Abate Avellino. Prima realtà sportiva della provincia ma con un cruccio di non poter giocare in città. L’esilio a Cercola continua ma la gente e i tifosi sono dalla parte di Abate e compagni. La notizia di ieri è il lancio di una petizione popolare promossa da un tifoso di San Tommaso da portare all’attenzione del sindaco per spingere l’amministrazione comunale a far giocare subito la squadra al DelMauro in attesa dei finanziamenti per la nuova tensostruttura del CONI.
Anche la città si muove al fianco della solida società di Mercogliano che è salita alla ribalta delle cronache nazionali per gli ottimi risultati conseguiti nell’ultimo quadriennio. Dai campi regionali alla Serie A. Un qualcosa di incredibilmente bello che purtroppo continua ad essere ignorato dalla politica avellinese visto che la squadra vive tutta in città ma si allena e gioca a Cercola in provincia di Napoli. Con la speranza che il 2020 possa portare novità importanti in questo senso, venerdì si torna già in campo. Ancora a Cercola, ancora in casa, alle ore 20, contro il fanalino di coda dell’Aniene per la prima giornata di ritorno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy