Sandro Abate, primato rinviato: è pari con Pesaro (5-5)

Sandro Abate, primato rinviato: è pari con Pesaro (5-5)

Finisce in parità una partita fantastica

di Redazione Sport Avellino

Primato solo rinviato. È finita 5-5 contro i Campioni d’Italia. Ma la Sandro Abate ha dimostrato di non essere seconda a nessuna. Il primo tempo si chiude con gli avellinesi avanti 2-1. Passa Pesaro con Borruto al 5’ complice un atteggiamento timido degli irpini. Che si svegliano e per l’Italservice sono dolori. Pareggio di Andrè Fantecele. E poi il sorpasso. Gara ribaltata in un amen con una puntatona di Menzeguez con la complicità di Miarelli che sbaglia i tempi dell’intervento e deve raccogliere la palla in fondo al sacco. Si va negli spogliatoi con Avellino avanti 2-1 e con il primato provvisorio in tasca in classifica. Grazie a Molitierno che salva il pari in almeno due occasioni con due super interventi.
Nella ripresa è sempre super Moliterno su Borruto. Miarelli ai riscatta su Dian Luka. La partita si alza vertiginosamente di tono. Pesaro trova il pari su un’azione contestata dai padroni di casa a 9’ dalla fine con Marcelinho. A metà ripresa è perfetta parità. Con Molitierno che resta a terrà proprio sul gol del pari per un problema alla caviglia. Si rialza e in maniera eroica continua con una vistosa fasciatura. Pesaro spinge ma Kakà per la Sandro Abate sfiora il 3-2. Mira sbagliata sotto porta per l’ultimo acquisto avellinese. Non sbaglia invece Marcelinho che a 8’ esatti dal termine la ribalta su schema di calcio d’angolo. 2-3 Italservice e gara in salita. Marchigiani che realizzano il poker con Salas a 5’52”. Batista si gioca subito il movimento con Victor Mello. Sandro Abate che prova a rientrare e lo fa subito con Dian Luka. Gara riaperta a 5’34”. E gara ricoperta con Abdala e a poco meno di 4 dalla fine fa il 4-4. Si gioca. Doppia rimonta e Borruto mette di nuovo Pesaro con la testa avanti a 4’ esatto dalla fine. Ancora Sandro Abate ancora giocatore di movimento. E il gol del pari arriva memoratissimo a 30 secondi dalla fine con Abdala nel delirio generale. Primo posto rinviato. Ma Pesaro ha avuto paura. E la Sandro Abate ha dimostrato di poter lottare per il Tricolore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy