CALCIO MINORE

Entusiasmo alle stelle in casa San Tommaso. Il vice presidente “Innamorato sempre più”

Entusiasmo alle stelle in casa San Tommaso. Il vicepresidente Annino Cucciniello ha commentato il momento positivo dei biancoverdi dopo la bella vittoria contro lo Sporting Atripalda: “All’inizio della stagione mi ero promesso di non affezionarmi alla squadra perché da quattro cinque anni finisco col rimanere rammaricato per i numerosi calciatori che vanno via. Ma nelle prime due partite ho visto un San Tommaso che giocava bene a calcio, forse mancava un apporto in più a livello caratteriale e ho deciso di dare nuovamente una mano. I ragazzi sono stati bravissimi a farmi appassionare di nuovo a questi colori e devo dire che ne sono molto felice. In estate pensavamo di fare un campionato importante ma di sicuro non a questo livello. La nostra politica è quella di chi vuole fare un buon calcio principalmente con il settore giovanile. Abbiamo in rosa ragazzi molto giovani e abbiamo confermato gli under dello scorso anno. Non è facile lavorare con i giovani, ma i nostri hanno qualcosa in più e con l’aiuto degli over possono dare un grande contributo. Questa è la nostra forza. Silvestro è il miglior allenatore per il nostro progetto giovanile. Non lo conoscevo bene ma ho scoperto un uomo eccezionale. Sempre gentile. E’ un gran signore e in trent’anni di calcio posso affermare di aver visto pochissimi allenatori bravi come lui. Il suo lavoro è eccezionale, dettato da una preparazione eccelsa. La scelta di Silvestro è stata fatta dal nostro direttore Del Gaudio. Ad oggi possiamo solo fargli i complimenti. Cinque vittorie non si fanno per caso, soprattutto in questo campionato. Negli occhi dei ragazzi vedo una fame di vittorie che cresce di gara in gara. Dico sempre che ogni anno qualche pezzo importante ci ha lasciato ma se il San Tommaso raggiunge risultati positivi ogni stagione vuol dire che lo staff dirigenziale ha qualcosa di buono da trasmettere ai calciatori. Mi ha sorpreso Rapolo, oltre che dalla sua qualità in campo anche per il suo carattere, sempre pronto a sdrammatizzare nei momenti difficili. Le nostre sorprese sono i giovani, Romano e Giannattasio su tutti. Il gruppo è fondamentale, non pensavo si potesse ricreare un’armonia di questo genere al “Roca”. La prossima partita contro il Forino avrà un sapore speciale, incontreremo ragazzi che sono stati con noi e che mi hanno regalato grandi emozioni. Però saremo avversari e l’importante sarà conquistare i tre punti. Obiettivi? Pensiamo partita dopo partita, non poniamoci limiti e a dicembre valuteremo il da farsi. Sognare non costa nulla”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button