Gabriele Gravina

Serie C – Gravina: “Proporremo 7 promozioni, la B deve tornare a 22 squadre. Il CONI ci darà ragione”

E’ scontro totale fra la Lega di Serie B e la Lega di Serie C, se il campionato cadetto inizierà come previsto senza ulteriori rinvii, la Serie C si stringe intorno al proprio presidente e ha deciso di stilare i calendari il giorno 8 settembre in attesa della sentenza definitiva del CONI in merito alla questione ripescaggi.

“Una cosa triste non poter procedere al sorteggio” cosi Gabriele Gravina ha commentato la decisione di ieri in merito al rinvio, sottolineando anche il proprio disappunto per la volontà di ridurre l’organico delle squadre partecipanti al campionato di Serie B:” Proporremo 7 promozioni dalla Serie C al campionato cadetto, per la prossima stagione cosi da poter ripristinare il format originale senza tener conto del parere delle altre componenti federali. Ma credo che la nostra proposta venga superata dal pronunciamento di Garanzia del CONI che sono convinto che non potrà non darci ragione sulla vicenda”. Insomma oltre le 4 retrocessioni si ipotizza di aggiungere 7 promozioni in modo tale da ripristinare nel 2019-20 il format originale della Serie B a 22 squadre.

Il presidente della Serie C, a margine della riunione federale avvenuta nella giornata di ieri, coglie l’occasione per sferrare un durissimo attacco al collega Mauro Balata, presidente della Serie B, sottolineando la mancanza di dialogo fra le parti in merito alle decisioni assunte dal campionato cadetto:” Non so se sia libero di intraprendere scelte con la sua componente, manca il dialogo. In FIGC c’è un caos strategico, è ora di finirla con questi giochetti. Il candidato è l’ultimo dei nostri problemi, vogliamo votare. Piuttosto mi sembra molto di più un cavallo di Troia che qualcuno vuole utilizzare per stravolgere gli equilibri interni.”

Leggi anche

La Sandro Abate si tinge ancora di azzurro, altro calcettista convocato in Nazionale

La prossima settimana l’Italfutsal sarà impegnata con le qualificazioni per l’Europeo del 2022. Per le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.