Mondiali 2018 – Svezia di rigore, il Belgio supera Panama, Kane trascina l’Inghilterra

Mondiali 2018 – Svezia di rigore, il Belgio supera Panama, Kane trascina l’Inghilterra

Penultima giorno prima della chiusura della prima giornata dei Mondiali 2018 che ci conferma alcune certezze

di Redazione Sport Avellino

Penultima giorno prima della chiusura della prima giornata de Mondiali 2018 che ci conferma alcune certezze: non così scontate in questo torneo, sulla scorta di quanto visto nei giorni precedenti. Alle 14 si comincia con un quasi soporifero Corea del Sud-Svezia. Al Novgorod Stadium la seconda sfida del gruppo F sembrerebbe sulla carta essere un mezzo spareggio per il terzo posto nel girone. Favoriti gli svedesi, passano in vantaggio solo dopo il rigore assegnato al 65′ tramite VAR su Claesson. Il capitano Granqvist si prende la responsabilità di calciarlo alla sinistra di Jo, consegnando tre punti che possono essere fondamentali per gli scandinavi e quasi un rompicapo per i tedeschi. Altra favorita se non alla vittoria finale, quantomeno al podio è sicuramente il Belgio, il quale bagna il suo esordio a Russia 2018 con una Nazionale che il suo esordio al mondiale doveva ancora farlo.

Una nazione intera davanti al teleschermo a sostenere la Roja. Panama è tutta su un canale. L’inno è da brividi e la mentalità underdog porta i suoi frutti. Nel primo tempo i diavoli rossi non riescono a buttar giù il muro panamense. Servirebbe un lampo di genio, una giocata capace di sbloccare la partita e liberarti mentalmente. Ecco, quando serve tutto questo, bussare al campanello con su scritto Dries Mertens. A volo, una maledetta a pallonetto dopo un rimpallo che non lascia scampo all’estremo difensore. Poi è monologo belga, De Bruyne per Lukaku per il 2-0 e il tre a zero sempre siglato dalla stessa punta dello United. Belgio che piace, ma serve ancora molto.

Tanta curiosità si stringeva intorno all’esordio dei terribili ragazzi di Southgate. L’Inghilterra affronta una Tunisia che non ci sta a perdere, vedendo quanto successo nei giorni scorsi, cadere nel tranello è un attimo, soprattutto per una squadra così giovane come quella inglese. Dimostra invece una grande maturità, trascinata dai colpi di Kane. La Tunisia dopo poco deve fare a meno del suo portiere Hassen, che aveva già fatto un paio di miracoli. Al suo posto Ben Moustafa. Subito pericolosi con Alli e Longare, passano in vantaggio gli inglesi all’11 con Kane che sotto porta ribatte dopo lo stacco di testa di Maguire. Al 35′ la Tunisia pareggia su rigore con Sassi dopo un’ingenuità di Walker su Ben Youssef. L’Inghilterra prova a sfondare la difesa nordafricana, ma riuscirà nel suo intento solo alla fine, nel recupero, sempre con l’Uragano che prenota un posto da star in questo Mondiale. Ciò che ha nettamente risaltato la prestazione dei rossi è stata la gran mole di gioco associata alla paziente tramite cui è giunto il secondo vantaggio. L’Inghilterra non è per niente di passaggio.

 

Di Vincenzo Boniello

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy