Plusvalenze – La Procura Federale: Chievo e Cesena -15 punti in classica. Crotone ed Entella sperano nel ripescaggio

La richiesta della procura federale per il caso plusvalenze che vede interessate le società di Chievo Verona e Cesena.

di Michelangelo Freda, @m_freda21

La Procura Federale usa il pugno duro contro Chievo Verona e Cesena calcio, per entrambe le società sono richiesti 15 punti di penalizzazione da applicare alla stagione appena conclusa 2017-18 sconvolgendo la classifica di Serie A e Serie B. Il Crotone, presente al processo in quanto ammessa come parte interessata, adesso spera nel ripescaggio nel massimo campionato di calcio italiano, stessa sorte anche per la Virtus Entella, la società ligure è stata ammessa al processo come parte interessata ai fatti.

I fatti contestati si legano al caso plusvalenze nata dall’inchiesta condotta da Pippo Russo sul noto sito calciomercato.com, che vede implicati decine di giovani calciatori scambiate fra le squadre a cifre a suon di record.

Va fatta un annotazione sulla vicenda: per il Chievo e per il Cesena la procura ha richiesto 5 punti di penalizzazione per ognuno dei bilanci sotto accusa2014/2015, 2015/2016 e 2016/2017 – , per un totale di 15 punti di penalizzazione. La procura ha richiesto 36 mesi di inibizione per il presidente del Chievo Verona Luca Campedelli. La sentenza del Tribunale federale nazionale dovrebbe arrivare entro il week end.

Calcio – Striscia la Notizia: i giocatori ignari delle plusvalenze tra Chievo Verona e Cesena

Serie B – Le clamorose plusvalenze tra Chievo e Cesena, quei milioni che investono i giovani

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy