Serie B – Meno squadre, più soldi per i 19 club. La ripartizione della mutualità e dei Diritti Tv

Serie B – Meno squadre, più soldi per i 19 club. La ripartizione della mutualità e dei Diritti Tv

Mutualità e diritti Tv, l’interesse sul campionato ridotto di Serie B.

di Michelangelo Freda, @m_freda21

Quest’oggi la Lega di Serie B si è riunita in seduta ordinaria per discutere della ripartizione della mutualità e dei diritti tv dopo l’approvazione, seppur momentanea, del format a 19 squadre del campionato cadetto. Proprio quest’argomento di “ripartizione” degli utili provenienti dalla Serie A e dalla vendita dei diritti audiovisivi sembrerebbe aver spinto le società di Serie B a votare a favore della riduzione delle squadre partecipanti, effettuando pressioni sui propri calciatori affinché non partecipassero allo sciopero indetto da Tommasi.

L’esclusione di Avellino, Bari e Cesena fa sì che la mutualità subisca un forte incremento per le restanti società che devono dividersi un gruzzolo di quasi 9 mln di euro, passando dai 2,72 mln di euro per club (con la B a 22 squadre) a 3,15 mln di euro ai quali vanno aggiunti i soldi provenienti dai diritti televisivi, cifra vicina ai 3 mln di euro per club. Insomma i 19 club di Serie B troverebbero, in media, 1,5 mln di euro in pù nelle proprie casse, soldi che farebbero tirare un sospiro di sollievo a molti club.

Insomma una decisione di portare il campionato cadetto a 19 squadre che gioverebbe non poco alle casse dei club sopravvissuti, i quali si accingono a lanciarsi sui cadaveri delle tre escluse pronte e banchettare escludendo, forzatamente, i ripescaggi dalla Serie C.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy