Serie B, Tesser se la prende con un suo tifoso: “Vado ad Avellino e mi applaudono, gli insulti gratuiti non li accetto”

Serie B, Tesser se la prende con un suo tifoso: “Vado ad Avellino e mi applaudono, gli insulti gratuiti non li accetto”

Il tecnico della Cremonese a Sky racconta del siparietto spiacevole avuto con un suo tifoso

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

La Cremonese ha pareggiato poco fa 1-1 in casa con il Cittadella. Il tecnico dei lombardi, Attilio Tesser, ospite a Sky, ha raccontato del perchè di un suo episodio con un tifoso.

Alla domanda di Diletta Leotta, queste le parole di Tesser: “Mi conoscete tutti, sono anni che alleno, non ho mai avuto un diverbio con nessuno o mancato di rispetto a qualcuno. Ovunque sono andato ho lasciato qualcosa. Vado ad Avellino e mi applaudono, lo stesso a Novara o a Terni. Accadrà anche a Cremona sicuro quando andrò via, anche in questi posti sono stato contestato, ci mancherebbe. Ma c’è un limite. Sono un allenatore, è giusto essere contestato se le cose non vanno bene, ma essere insultato per una fesseria no. Un signore mi ha insultato pesantemante solo perchè avevo fatto tirare un rigore a un ragazzo, che poi lo ha sbagliato, e la colpa ovviamente è la mia. Purtroppo ho esagerato, chiedo scusa, ma c’è un limite a tutto”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy