Serie C – Ghirelli al fianco dell’Arzachena: “Il Governo deve capire il nostro peso. Noi il calcio dei Comuni”

Serie C – Ghirelli al fianco dell’Arzachena: “Il Governo deve capire il nostro peso. Noi il calcio dei Comuni”

di Redazione Sport Avellino

Non si placano le polemiche in Serie C con il presidente Francesco Ghirelli sul piede di guerra. Una dura polemica da parte di Ghirelli nei confronti del Governo che non ha previsto delle agevolazioni fiscali per il campionato professionistico e punta il dito contro la Serie A e la Serie B, chiedendo una ridistribuzione delle risorse eguale ed omogenea, al fine di aiutare le società minori del calcio italiano nel loro percorso sportivo. Non ultima la nota del presidente, Fiorini, che ha espresso il proprio rammarico per la difficile gestione di un club nel terzo campionato professionistico italiano, esprimendo le proprie perplessità sul sistema sportivo italiano. Ghirelli, presidente della Serie C, tramite un comunicato, ha espresso la propria vicinanza alla società sarda:

“Le dichiarazioni del presidente Fiorini sono la conferma di almeno due elementi: il primo riguarda gli enormi sacrifici che generosi imprenditori si assumono per mantenere una squadra in Serie C; il secondo, la conferma della difficoltà che, oggi a maggior ragione, gli imprenditori incontrano ed a questa si somma la difficoltà di proseguire per i costi da sostenere in un periodo di crisi del Paese e dell’imprenditoria. Noi cerchiamo di cambiare radicalmente politica per sostenere il calcio di serie C: tornare a formare giovani calciatori per patrimonializzare  i club (i prestiti e le valorizzazioni ci fanno solo galleggiare e lavorare per terzi); dotarsi di infrastrutture ‘fisiche’ (gli impianti sportivi) e le infrastrutture immateriali (la formazione) per questo chiediamo la defiscalizzazione. Dobbiamo, altresì, convincere la serie A e B di ragionare a sistema, di distribuire risorse per un progetto condiviso; dobbiamo abbattere i costi; dobbiamo ricercare finanziamenti su progetti europei ecc. Battaglia dura, di lunga lena, di cambio di cultura imprenditoriale; è difficile farla perché ci vuole tempo e tenacia. Noi abbiamo un progetto vincente, ci sono resistenze? Inevitabili. Ci sono smarrimenti? Tanti. Ma andremo avanti. Il governo deve comprendere che noi siamo la punta di un progetto di cambiamento, noi siamo il calcio dei Comuni,noi siamo il calcio dei pulmini. Caro Fiorini, tu devi combattere e ci stai dando una mano perché evidenzi un problema serio. Io, presidente pro tempore della Serie C sono al tuo fianco. ARZACHENA è una bella società di calcio allocata in una zona meravigliosa di un’isola tenace e forte. Farò di tutto per lottare al tuo fianco, caro presidente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy