Serie D – Trastevere, il capitano Marco Sfanò: “Non andremo ad Avellino come vittima sacrificale”

Le parole del capitano del Trastevere in vista della gara contro l’Avellino di domenica

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Ci avviciniamo alla gara di domenica quando al Partenio farà visita la capolista del Girone G di Serie D, il Trastevere. Una sfida molto importante che potrebbe rilanciare le ambizioni dell’Avellino ma anche quelle dei romani.

Ospite alla trasmissione di Lazio TV, “Siamo Dilettanti”, il capitano del Trastevere, Marco Sfanò, ha parlato della sfida con l’Avellino di domenica.

Queste le sue parole: “Siamo molto felici e orgogliosi del primo posto momentaneo e cercheremo di tenerlo il più possibile. Sappiamo che la strada da fare da qui a fine anno sarà lunghissima. Penso che ci sono 6-7 squadre che possono vincere il campionato. Noi dobbiamo pensare a partita dopo partita e tirare le prime somme al termine del girone di andata. Domenica si va al Partenio, uno stadio che ha visto la Serie A e penso che per un giocatore dilettante sia un sogno calcare quel campo. Fino a due anni fa ero in Lega Pro, qualche stadio importante l’ho calcato ma è sempre bello entrare in stadi del genere. Ovvio che non andremo ad Avellino come vittima sacrificale, ma giocheremo la nostra gara senza timore. Loro avranno il vantaggio di in pubblico meraviglioso che li spingerà, sarà una gara difficilissima e vincerà il migliore. Il Partenio stimolo o timore? Dipende da come ci si approccia alla gara. Non dobbiamo essere timorosi e farci forza con l’unità del gruppo, Noi siamo un gruppo coeso e unito, molto compatto, che sta facendo cose molto buone e vuole continuare in questo modo”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy