Ariel Filloy al tiro

Filloy: “A Milano è stato il canestro più bello, scudetto? Ci siamo anche noi”

E’ stato il protagonista indiscusso della vittoria domenica pomeriggio a Milano. Ariel Filloy, in una intervista a  La Gazzetta dello Sport, racconta le emozioni per quella tripla che ha regalato il secondo overtime alla Sidigas Avellino: “Sicuro. Più bello e più pazzo. Questo perché solo il basket può regalare tali emozioni.”  Battere l’EA7 sul proprio campo consegna una vittoria diversa dalle altre come conferma l’ex play-guardia di Pistoia e Venezia: “È sempre bello. Resta la più gettonata per vincere lo scudetto. Ho letto che hanno perso perché senza Goudelock, oltre ad essere stanchi perle due gare d’Eurolega. Ma anche noi giochiamo in Europa, non avevamo giocato due partite ma comunque venivamo dalla trasferta di Salonicco contro l’Aris e poi siamo sempre senza Fitipaldo e Fesenko. Non considero Lawal, visto che per il suo ingresso in squadra ci vorrà ancora un bel po’ di tempo.”  Avellino può candidarsi alla lotta scudetto? Secondo Filloy: ” Ci proviamo, ma il percorso è lungo. Dobbiamo ancora migliorare certi automatismi e, come dicevo prima, ritrovare gli infortunati. Non è poco. Con Sacripanti stiamo lavorando bene, però alla fine conterà sempre farsi trovare pronti in primavera: io che ho vinto lo scudetto lo scorso anno con Venezia ne so qualcosa. Detto questo, ad Avellino si vive bene, non c’è pressione sulla squadra, è l’ambiente ideale per giocare a basket.”

Leggi anche

Avellino, Braglia: “Dobbiamo migliorare sotto l’aspetto della qualità, Illanes è entrato bene”

Ha commentato la vittoria ottenuta per 1-0 sulla Cavese, il tecnico biancoverde Braglia: “Per mezz’ora …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.