L’angolo del mercato – Si muove il Palermo. Il Lecce sogna un big

L’angolo del mercato – Si muove il Palermo. Il Lecce sogna un big

Giornata di ufficialità anche in casa Cremonese che annuncia l’arrivo di un difensore e due attaccanti

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

Il Palermo si butta con decisione sul mercato. Dopo la fase di stallo, la società rosanero guidata dal ds Foschi ha cominciato a chiudere i primi colpi in entrata. Il primo acquisto è Mazzotta (Pescara), promesso sposo del Lecce fino a qualche giorno fa ma che ha poi preferito tornare in Sicilia. Il secondo sarà Salvi, terzino in uscita dal Cittadella e ormai vicinissimo alla firma. Per il centrocampo il sogno è Pessina (Atalanta, era allo Spezia), ma Gasperini per ora fa muro.

Giornata di ufficialità anche in casa Cremonese. I grigiorossi hanno annunciato gli arrivi del difensore Kresic (Atalanta, era l’Avellino) e degli attaccanti Carretta e Montalto (Ternana). Sfumato Caracciolo, accasatosi alla Feralpi Salò, ora l’obiettivo si sposta su Paulinho (già l’anno scorso a Cremona). È attivissimo anche il Crotone. I calabresi hanno ceduto Ceccherini alla Fiorentina e stringono con il Foggia per arrivare al centrocampista Deli e con il Cittadella per Bartolomei. Stroppa ha chiesto anche un attaccante: gli indiziati sono La Mantia (Entella) e Asencio (Genoa, era all’Avellino).

Lavora per rinforzare il reparto offensivo anche il Benevento. Si attende solo l’annuncio per Insigne jr (Napoli, era al Parma), mentre continua il pressing per Ragusa (Sassuolo). In uscita occhio al capitano Lucioni, che è l’obiettivo numero uno del Lecce di Liverani. I sanniti, dopo aver definito l’arrivo di Palombi (Lazio, era alla Salernitana), sognano anche un big per l’attacco: i nomi sono quelli di Ceravolo (Parma), Ciofani (Frosinone) e Floccari (Spal). Il Foggia è vicino all’accordo con l’esperto difensore Dainelli (svincolato, era al Chievo) e pensa a Firenze (Crotone, era al Venezia) per gli esterni. Il Carpi ha mosso passi decisivi per assicurarsi l’ex Avellino Tutino (Napoli, era al Cosenza). Comincia a schiarirsi il futuro dell’Ascoli: l’allenatore sarà Vivarini, il primo colpo Antonucci (Roma).

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy