Avellino, i guai non finiscono mai: altra bocciatura, un socio non ha requisiti di onorabilità

Avellino, i guai non finiscono mai: altra bocciatura, un socio non ha requisiti di onorabilità

Sembra destinata a finire prima di cominciare l’avventura dei nuovi soci

di Redazione Sport Avellino

L’un contro l’altro armati. Magari fosse così. Perchè, almeno fino ad ora, la nuova società ha dimostrato di sparare con pistole ad acqua. Nemmeno un colpo di mercato. Solo problemi da risolvere in piedi, per stessa ammissione di Martone, perchè mancano persino le scrivanie. E così finisce che arriva l’ennesimo stop della Federazione. Uno dei soci non superato l’esame dei requisiti di onorabilità. E quindi, deroga ad operare fino al 7 febbraio, in attesa di nuovi incartamenti che mettano finalmente fine alla presentazione di documentazione che, da un mese e mezzo dall’insediamento, tarda ad arrivare.
E allora niente. Si va avanti a tentoni. Tra litigi, accuse, ammissioni di colpe, divorzi annunciati. Circelli contro Izzo, Martone contro Circelli, tutti contro tutti in un gioco al massacro senza fine che vede, nel mezzo, una squadra monca in tutti i reparti e tanta confusione. Si è arrivati al capolinea. Serve un colpo di coda. Le alleanze nella cooperativa Avellino messa in piedi con 5 soci ma, al momento, senza apporto di danaro, sono saltate. E nel mezzo c’è un calciomercato che sta per chiudere e un pagamento da onorare. Quello della prima rata alla Sidigas. Come finirà? Una idea ce l’abbiamo. Ancora poche ore e la parola verità metterà finalmente fine a questo scempio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy