Avellino – Novellino è come Giuda. Ma il Parma non perdona (1-2)

Il tecnico biancoverde con il solito atteggiamento ultra difensivo, regala 20 minuti al Parma prima di inserire Cabezas. Ma in soli 7′ i crociati ne fanno due di gol. Non basta la reazione della squadra

di Massimiliano Santosuosso, @MaxSantosuosso

Venti minuti regalati al Parma. Solo venti. Ma bastano ai crociati per ringraziare un Novellino ormai in crisi di identità. A dire il vero ne bastano solo 7 di minuti ai parmensi per archiviare la pratica Avellino. Poi il tecnico irpino si ricorda che ha Cabezas in panchina. Ricorda di aver messo in campo una squadra dal baricentro bassissimo. E tenta di riprenderla. Ma è troppo tardi. Perchè gli sforzi profusi per tentare la disperata rimonta si pagano nella ripresa. L’Avellino è sulle gambe e non ha la forza di riacciuffare un Parma che con il minimo sforzo porta a casa la quarta vittoria nelle ultime cinque gare.

LE SCELTE

Novellino rivoluziona l’Avellino. Fuori Ardemagni e dentro Asencio. Rispetto alla sfida contro la Pro Verdelli, torna D’Angelo, dentro De Risio dal primo minuto. E in difesa la sorpresa Pecorini. Il tecnico fa respirare Laverone e lo inserisce sull’out di destra. Morosini parte dalla panchina con Cabezas e Moretti. Dall’altro lato c’è il Parma. Che non rinuncia al tridente d’attacco con l’ex Insigne e Baraye esterni con Calaiò punta centrale. Tra i pali l’altro ex Frattali, centrale di difesa ancora un altro ex Di Cesare. E nei tre della mediana Dezi, Munari e Barillà.

PREGARA

L’Avellino non sa più vincere. Quattro partite senza successo per gli uomini di Novellino, reduci dallo 0-0 nell’ultimo turno contro la Pro Vercelli. A un passo dai play-out con una incertezza societaria che regna sovrana e con Novellino sulla graticola. Non è gara da ultima spiaggia per lui perchè lunedì si torna in campo, ancora in casa, contro il Bari per recuperare la sfida rinviata il giorno della terrificante notizia della morte di Davide Astori.

Il Parma viaggia, di contro, a vele spiegate. Tre vittorie nelle ultime quattro gare, i ducali hanno riagguantato l’ottavo posto, valevole per i playoff, con il successo per 3-1 sul Foggia. E la squadra di D’Aversa non ha nessuna intenzione di fermarsi. Momento positivo e l’Avellino non è al meglio. Occasione giusta per arrivare al Partenio-Lombardi per cercare di portare a casa l’intera sfida. Si gioca peraltro con uno stadio semideserto. La prevendita consegna ai botteghini un dato inesorabile: meno di 250 biglietti venduti.

IL FILM DEL MATCH 
3′ GOL PARMA – Alla prima occasione il Parma passa in vantaggio. Angolo sotto la Nord e Gagliolo da solo, indisturbato, incorna in fondo al sacco. Solo tre minuti e il Parma è già in vantaggio
5′ – Immediata la replica dell’Avellino con Castaldo che tenta di replicare di testa a Gagliolo. Ma Frattali c’è e blocca senza problemi
7′- RADDOPPIO PARMA – Barillà per Dezi, botta centrale che Lezzerini devia. Il pallone va sui piedi di Baraye che di testa appoggia ancora per Barillà che da due passi la mette dentro. Buio pesto in casa Avellino. Il Parma dopo 7′ è avanti 0-2
11′ – Proteste in casa Avellino per un contatto sospetto in area tra Barillà e Kresic. Martinelli lascia correre. Il contatto c’è ma Kresic cerca la gamba ferma dell’autore del secondo gol del Parma sotto gli occhi dell’arbitro
15′ – Ammoniti Kresic e D’Angelo (Avellino)
16′ – Calaiò su calcio piazzato indovina l’angolo basso. Lezzerini ci arriva e devia in angolo. Sulla bandierina Dezi prova il tiro a girare sotto l’incrocio. E Lezzerini sventa ancora in corner
23′ – Cambio Avellino. Novellino si sveglia. Fuori De Risio, dentro Cabezas. Cambia il modulo e dal 4-4-1-1 si opta per il 3-5-2
 
27′ – Ci prova proprio il neo entrato Cabezas con un destro dalla distanza. Frattali controlla il pallone uscire fuori pochi centimetri alla destra del palo
 32′ – GOL AVELLINO – Castaldo conquista un ottimo pallone sulla trequarti. la apre per Cabezas che la appoggia per D’Angelo che tenta la conclusione. Tiro sporco, sulla traiettoria si fionda Asencio che da due passi riapre la partita 
 
42′ – Ammonito Dezi (P)
 
45’+2′ – Avellino vicino al pareggio. Da un rimessa laterale lunga, Asencio la spizza di testa, palla a Cabezas che spara incredibilmente sull’esterno della rete. Occasione sprecata
 45’+4′ – Fine primo tempo
 
SECONDO TEMPO
46′ – Espulsi negli spogliatoi Novellino e D’Aversa
 
50′ – Ammonito Di Tacchio (AV)
 
52′ – Parma vicino al tris. Insigne prova il cross, palla deviata di schiena da Di Tacchio. Palla che cambia traiettoria e con Lezzerini batutto, si schianta sul palo. L’Avellino si salva
 56′ – Cambio Avellino. Esce Molina ed entra Morosini. L’ex Genoa torna in campo dopo l’intervento ai legamenti
57′ –  Pallone in verticale di Barillà verso Calaiò in area di rigore: l’ex attaccante di Napoli e Siena prova il tocco sotto di sinistro sull’uscita di Lezzerini, che riesce però a respingere di petto
59′ – Ancora Parma. Errore di Ngawa, Insigne recupera il pallone e tenta un tiro a girare. Sfera alta sopra il montante della porta difesa da Lezzerini
69′ – Parma in affanno in azione difensiva. Ci prova Di Tacchio da distanza siderale di sinistro. Palla direttamente fuori
74′ – Sostituzione Parma. Fuori Baraye, dentro Di Gaudio
77′ – Pericolo Avellino. D’Angelo per Kresic che da due passi schiaccia a terra. Blocca Frattali ma il difensore era in fuorigioco
78′ – Ancora cambio Parma. Fuori Munari, dentro Scavone
80 ‘ – Ancora Avellino, ancora Di Tacchio che chiede troppo a se stesso provando l’ennesimo tiro dalla distanza completamente da archiviare
81′ – Ultimo cambio Avellino. Esce Pecorini, entra Laverone 
85′ – Ultimo cambio Parma. Fuori Calaiò, entra Ceravolo
90′ Cinque minuti di recupero
95′ – Finale al Partenio-Lombardi. Parma batte Avellino 2-1

IL TABELLINO

AVELLINO (4-4-1-1): Lezzerini; Pecorini (81′ Laverone) Ngawa, Kresic, Rizzato; Molina (55′ Morosini), De Risio (22′ Cabezas), Di Tacchio, D’Angelo; Castaldo; Asencio. A disposizione: Casadei, Marchizza, Moretti, Migliorini, Vajushi, Ardemagni, Falasco, Morero, Wilmots. All.: Novellino

PARMA (4-3-3): Frattali; Mazzocchi, Iacoponi, Di Cesare, Gagliolo; Dezi, Munari (78′ Scavone), Barillà; Insigne, Calaiò (80′ Ceravolo), Baraye (74′ Di Gaudio). A disposizione: Nardi, Dini, Vacca, Lucarelli, Frediani, Anastasio, Gazzola, Siligardi, Sierralta. All.: D’Aversa

Arbitro: Martinelli di Roma

Reti: 3′ Gagliolo (P), 7′ Barillà (P), 32′ Asencio (A),

Note – Espulsi nell’intervallo i tecnici Novellino e D’Aversa. Ammoniti: Kresic (AV), D’Angelo (AV), Dezi (P), Di Tacchio (AV)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-9325338 - 3 anni fa

    È iniziata ufficialmente la discesa libera ciao ciao Avellino ….. la D ti aspetta

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy