Basket – Non solo l’Avellino dal Partenio ma anche la Scandone rischia di emigrare dal PalaDelMauro

L’Aru ci ha ripensato e ha imposto i lavori all’impianto per le Universiadi entro il 31 maggio 2019

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Avellino potrebbe clamorosamente ritrovarsi le due più importanti realtà sportive della città a giocare lontane da casa. Se dell’Avellino sono note da giorni le vicende sulla questione stadio, ora anche la Scandone rischia di dover emigrare dalla città.

Infatti, dopo che l’Aru aveva stabilito che i lavori per le Universiadi 2019 potessero cominciare dopo il campionato e quindi da giugno, c’è stato un clamoroso passo indietro stamattina. I lavori per le Universiadi dovranno essere realizzati entro il 31 maggio 2019, altrimenti si perderà il finanziamento di 674mila euro, stabilito nel decreto Milleproroghe. Inoltre l’Aru ha dispoto al Comune di Avellino una risposta entro lunedì 5 novembre, insomma in tempi brevissimi.

Una mazzata incredibile, visto che i lavori dovrebbero durare circa due mesi e in maniera incredibile la Scandone Avellino rischierebbe di dover emigrare dalla città, non solo per le gare interne (che creerebbe problemi ai tanti abbonati e appassionati della Scandone) ma anche e soprattutto per gli allenamenti giornalieri, insomma sarebbe una grana davvero molto pesante.

Insomma, una decisione, questa dell’Aru, davvero assurda, visto che in estate scorsa si è perso tempo in chiacchiere e nulla di fatto e ora si rischia di compromettere il normale svolgimento della stagione alla Scandone, creando non poco disagi agli atleti ma anche ai tanti appassionati e addetti ai lavori.

Lunedì 5 novembre se ne saprà di più.

Caos Partenio – Lombardi – Buglione: “Non è cambiato nulla. Lunedì ci sarà un incontro fra le parti”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy