Calcio Avellino – Nuova grana al Partenio. L’Alto Calore “chiude” i rubinetti

Calcio Avellino – Nuova grana al Partenio. L’Alto Calore “chiude” i rubinetti

Ammonterebbero a circa 60mila euro i debiti contratti dalla vecchia gestione

di Redazione Sport Avellino

Ammonterebbero a circa 60mila euro i debiti contratti dalla vecchia gestione Taccone nei confronti dell’Alto Calore. Tanto da spingere l’ente, considerata la sospensione dei campionati, a mettere i sigilli ai contatori e rendere quindi la struttura inutilizzabile. E’ accaduto nella giornata di ieri, proprio mentre a Palazzo di Città, si attendeva l’incontro tra le parti per raggiungere un accordo tra Comune, Taccone e De Cesare per la gestione della struttura di Via Zoccolari. Ed invece, l’Alto Calore, è intervenuto, inviando propri tecnici per “chiudere” i rubinetti ed invitare l’attuale gestore del Partenio-Lombardi a regolarizzare tutti gli arretrati.

Come riporta il quotidiano online ilCiriaco.it la notizia ha preso di sorpresa anche Taccone che si è immediatamente catapultato nella sede di Corso Europa per versare un acconto in attesa di far pervenire nella giornata di oggi un piano di rientro per riattivare immediatamente l’utenza. E IlCiriaco ha riportato anche le parole del dirigente al servizio dell’utenza commerciale Francesco Gallo. “La problematica è sulla via di risoluzione. Attendiamo il piano di rientro sottoposto dal professore Walter Taccone. Se sarà ritenuto idoneo riattiveremo l’utenza in giornata”.

Un altro problema in più da gestire per Walter Taccone che sarà costretto a regolarizzare il tutto. In caso contrario rischia di veder saltare l’accordo anche per la cessione della struttura alla neonata società.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy