Caos Finworld – Il comunicato di Taccone: “Avellino escluso dal campionato per cose meno gravi. Siamo costernati”

Caos Finworld – Il comunicato di Taccone: “Avellino escluso dal campionato per cose meno gravi. Siamo costernati”

Il comunicato dell’US Avellino sulla questione del caos della Finworld

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Ieri la Lega con un comunicato ufficiale ha dichiarato come la Fideiussione Finworld non fosse regolare e che 12 club, tra Serie B e C, rischiano ammende salate e punti di penalizzazione. In mattinata, il presidente Taccone, ha diramato un comunicato di attacco alla Lega, dicendosi costernato dalla disparità di trattamento ricevuta e dall’accanimento contro la sua società, non fatta iscrivere in Serie B per irregolarità molto meno gravi.

Questo il comunicato dell’US Avellino: 

Con il comunicato n. 59 del 30 agosto 2018 la FIGC ha dato atto che le fideiussioni stipulate con la Finworld s.p.a. e presentate da alcune società di serie B e C per l’iscrizione ai rispettivi campionati devono ritenersi emesse “sine titulo”, disponendo, di conseguenza, la sostituzione di tali garanzie entro il prossimo 28 settembre.

La concessione di un termine così incredibilmente ampio è incomprensibile se confrontato con quello ristrettissimo che ha avuto a disposizione questa società per lo stesso adempimento, anche in considerazione del fatto che le interessate erano già state “allarmate” da comunicazioni delle Leghe di appartenenza risalenti all’ormai lontano 13 luglio e, quindi, hanno già avuto oltre un mese a loro disposizione per “sondare” il mercato delle garanzie fideiussorie.

La FIGC ha inoltre stabilito che la mancata sostituzione della garanzia nel termine prescritto comporterà “solo” l’irrogazione di un’ammenda e di una penalizzazione, ovvero la giusta sanzione.
Ciò è ancor più incredibile per chi, come questa società, si è vista escludere dal calcio professionistico per un’irregolarità molto meno grave.

Siamo, palesemente, davanti a trattamenti discriminatori.

La situazione tuttavia conforta quanto già sostenuto dai difensori dell’ U.S. Avellino nei giudizi innanzi alla giustizia sportiva ed amministrativa in relazione alla disparità di trattamento subìta e merita il massimo impegno della società e dei professionisti che l’affiancano per la tutela delle ragioni della stessa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy