Davide contro Golia, Armani contro Sidigas: al Forum c’è il big match dell’8° turno

Davide contro Golia, Armani contro Sidigas: al Forum c’è il big match dell’8° turno

Ultimo impegno prima della sosta per la Scandone che cerca il colpo a sorpresa a Milano

di Davide Baselice, @davidebaselice

A leggere la profondità dei due roster viene quasi da sorridere per la corazzata che ha messo in piedi l’EA7 Milano, impegnata tra campionato ed Eurolega. La Sidigas  Avellino, questo pomeriggio alle ore 18:15, nella capitale economica d’Italia cercherà di ribaltare un pronostico che sorride alla formazione allenata da coach Pianigiani.

Il tecnico toscano è la principale novità della semirivoluzione estiva messa in piedi dal magnate della moda per riportare Milano sul tetto d’Italia ed arrivare alla Final Four nella massima competizione europea. Diciassette, infatti, sono i giocatori che compongono la rosa dell’Olimpia: dieci volti nuovi e sette conferme.  Nei limiti di un budget da quasi venti milioni di euro l’EA7 ha pescato il meglio di quello che offriva il mercato: dal regista Jordan Theodore (ex Banvit messosi in evidenza nell’ultima Champions League) alla guardia  con trascorsi ai Lakers e Maccabi Tel Aviv Andrew Goudelock (sarà assente per problemi ai flessori il principale realizzatore del team) al ritorno in Italia di Vladimir Micov distintosi qualche stagione fa con la canotta di Cantù senza tralasciare gli esterni Dairis Bertans, reduce dall’Eurolega coi turchi del Darussafaka, e Amath M’Baye che ben si è comportato l’anno scorso all’Enel Brindisi. Se l’americano Cory Jefferson – panchinato in Nba coi Brooklyn Nets – è stata sin qui una scommessa che non ha convinto, soddisfacente è stato l’impatto del lituano Arthur Gudaitis (primo di squadra nel tiro da due punti e a rimbalz0) giunto in sostituzione del lungo degente Patrick Young che Milano aveva ammirato ai tempi dell’Olympiakos Atene.  Non è passato inosservato, infine, l’approdo dell’ex biancoverde Marco Cusin (qui il suo ricordo dell’annata con la Sidigas) e del play-guardia americano Curtis Jerrells, arrivato poco meno di dieci giorni fa, ed autore di un trentello a Valencia nel suo debutto in canotta milanese nella prima delle due sfide di Eurolega che l’EA7 ha vinto questa settimana (l’altro successo venerdì sera al Forum contro il Bamberg). L’ex senese dovrebbe debuttare quest’oggi sostituendo Goudelock. Tra le conferme, invece, c’è il nucleo di italiani (Davide Pascolo, Simone Fontecchio, Andrea CinciariniAwudu Abass) più le aggiunte solo per la Coppa (Mantas Kalnietis, Kaleb Tarczewski e il lungodegente Zoran Dragic) confermate dopo la deludente stagione 2016-2017 in cui Milano era partita col vincere la Supercoppa Italiana proprio contro la Sidigas salvo poi esser eliminata in semifinale playoff dalla Dolomiti Energia Trentino.

Coach Sacripanti vuol festeggiare con un successo le 600 panchine in serie A (qui le curiosità statistiche della viglia). Il trainer brianzololo, presentando il match (leggi qui) ha chiesto una prova di carattere ai suoi giocando per gli interi quaranta minuti. Proprio la mancanza di continuità in trasferta è uno dei punti deboli di questa Scandone che sin qui in campionato è riuscita ad imporsi soltanto sul campo della The Flexx Pistoia. Si dovrà fare a meno ancora di Kyrylo Fesenko (che lo scorso anno al Forum fu uno dei migliori) e Bruno Fitipaldo. Le motivazioni ai biancoverdi non mancheranno dopo quel ko di Salonicco che ha lasciato l’amaro in bocca come ha ribadito anche lo stesso Ariel Filloy (leggi qui). La Scandone confida anche nel fattore stanchezza di un Olimpia alla terza gara in una settimana ma che può affidarsi sulla cabala avendo vinto ventisei dei trentanove confronti contro gli irpini. Palla a due alle ore 18:15: arbitri i signori Lanzarini, Filippini e Morelli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy