San Tommaso – Il dg Cucciniello: “Siamo al passo con le altre società, mister Liquidato è di categoria superiore”

San Tommaso – Il dg Cucciniello: “Siamo al passo con le altre società, mister Liquidato è di categoria superiore”

Il direttore generale del San Tommaso ha presentato l’allenatore Stefano Liquidato e lo staff tecnico

di Giovanni Gaeta, @Giovanni002500

Il direttore generale del San Tommaso Calcio Annino Cucciniello ha presentato in conferenza stampa il nuovo allenatore Stefano Liquidato e il suo staff.

Ecco le sue dichiarazioni: “E’ la nostra prima conferenza, è una cosa nuova ed è una tappa della nostra crescita graduale. La categoria richiede un impegno diverso, con tanti incarichi, noi ci siamo adeguati e non abbiamo nessun tipo di timore. Oggi parte ufficialmente il nostro cammino e ci impegneremo sempre a mantenere il nostro status familiare. Abbiamo scelto come allenatore Stefano Liquidato che è di categoria superiore. Vederlo affianco a me è un orgoglio. L’obiettivo della società è mantenere la categoria, facendo un campionato tranquillo, senza fare brutte figure. Questa categoria è un sogno per il rione e per noi. Al momento il De Cicco di Pratola Serra non è a norma, ma da fine maggio l’amministrazione comunale e la cooperativa Progresso sono al lavoro per sistemare il tutto. Abbiamo raggiunto un accordo per l’utilizzo del Partenio – Lombardi, non vogliamo creare fastidi all’Avellino, ma per completare l’iter dell’iscrizione era fondamentale indicare uno stadio a norma. Sedermi sulla panchina del Partenio sarà un’emozione incredibile perchè da sempre sono un tifoso biancoverde. La nostra speranza è di giocare al De Cicco, speriamo bene. Una collaborazione con l’Avellino potrebbe essere un bene. La campagna abbonamenti sta procedendo bene, ma ci aspettiamo qualcosa di più. Il calcio di oggi è legato molto ai risultati, quindi sta a noi partire bene, sin dal calcio d’agosto. Quando ho iniziato ad intavolare nuove trattative, anche con il supporto dei nostri direttori sportivi, ho provato grande emozione. Negli ultimi anni i calciatori che abbiamo chiamato li avevamo visti solo in categoria superiori. Negli ultimi anni avevamo firmato i contratti nei bar della città, per strada, ora avere una sede dove portare un giocatore a siglare un contratto è qualcosa di speciale. Non mi vergogno di dire tutto ciò, anche perchè non avevamo la possibilità“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy