Amarcord, 1 ottobre 1978: 40 anni fa iniziava la favola dell’Avellino in Serie A. Il ricordo in uno striscione in città

Amarcord, 1 ottobre 1978: 40 anni fa iniziava la favola dell’Avellino in Serie A. Il ricordo in uno striscione in città

Milan- Avellino 1-0 sanciva l’esordio dei lupi in massima serie, che durerà per 10 lunghissimi anni consecutivi

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Sono trascorsi esattamente 40 anni dallo storico esordio in Serie A dell’Avellino. Era il 1 ottobre 1978 quando Lombardi e compagni calcarono il prato di San Siro per la prima avventura dei lupi in massima serie. Ad attenderli c’era il  Milan di un certo Niels Liedholm. In realtà, Adriano Lombardi saltò clamorosamente quell’esordio, infatti non si trovò il suo documento di identità e il rosso di Ponsacco fu impossibilitato a scendere in campo con grande rammarico, nonostante un notaio avellinese avesse garantito sulla sua identità, purtroppo l’arbitro del match fu inflessibile. La gara vide un Avellino coriaceo tenere testa al Milan, che seppe soffrire l’entusiasmo degli uomini di Marchesi. Tra i rossoneri inutile dire, c’erano i vari Baresi, Collovati, Albertosi in porta, Gianni Rivera e un irpino di Montemarano che conosciamo bene, ovvero Walter Novellino. I rossoneri si imposero per 1-0 con un gol a 10 minuti dalla fine di Buriani. ma quell’Avellino destò grande sorpresa a tutti, anche allo stesso Liedholm, che a fine gara chiosò: “Chi ora ride perché la mia squadra ha faticato a vincere per 1-0 non sa ancora se gli riuscirà a fare altrettanto con i ragazzi del mio amico Marchesi”. E Liedholm difficilmente sbagliava.

Fu l’inizio della Leggenda dell’Avellino, una leggenda che oggi, a 40 anni di distanza, nel rivedere la squadra in Serie D, fa venire ancora di più le lacrime di malinconia per tempi passati. In città, diversi tifosi hanno voluto ricordare quell’esordio storico con uno striscione, che raffigura la caricatura di De Ponti in sforbiciata ad anticipare il portiere del Milan, Albertosi (la foto dell’intestazione dell’articolo è proprio quella dell’azione che vi stiamo raccontando). La palla però finì sul fondo per pochi centimetri. Sono trascorsi ormai 40 anni da quel giorno, ma il ricordo è ancora vivo per l’inizio di una Leggenda che resterà immortale.

1 ottobre 1978, 1° giornata

Milan-Avellino 1-0

Milan: Albertosi 6, Collovati 5,5, Maldera 6, De Vecchi 5,5, Bet 5,5, Baresi 6, Buriani 6,5, Antonelli 5 (46’ Sartori 5), Novellino 5,5, Rivera 5,5, Chiodi 5. In panchina: Rigamonti, Morini. All.: Liedholm

Avellino: Piotti 6,5, Reali 6, Boscolo 6, Montesi 6,5, Cattaneo 6, Roggi 6,5, Galasso 6, Mario Piga 5,5, De Ponti 5,5, Tacchi 6 (69’ Romano 6), Tosetto 6. In panchina: Cavalieri, Marco Piga. All.: Marchesi

Arbitro: Mattei di Macerata

Marcatore: 80’ Buriani

Ammoniti: Galasso, Roggi, e Baresi

Note: Giornata fredda, terreno in discrete condizioni. Angoli 16-3 per il Milan.

Spettatori: 40 mila circa (abbonati: 11.300; paganti: 25.403). Incasso di 114 milioni e 945.700 lire.

Qui per rivedere quella partita con il commento di 90′ Minuto. E in basso la foto dello striscione che ricorda quella partita, con la caricatura di De Ponti che anticipa Albertosi in sforbiciata.

de ponti albertosi caricatura

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy