#Amarcord, 3 maggio 1981: l’Avellino si arrese alla Juventus e a una punizione di Cabrini al “Comunale”

#Amarcord, 3 maggio 1981: l’Avellino si arrese alla Juventus e a una punizione di Cabrini al “Comunale”

La Juve non frenò la sua marcia verso lo Scudetto, l’Avellino frenò verso la salvezza che alla fine ottenne con la Roma

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Il 3 maggio 1981, l’Avellino scendeva in campo a Torino, al Vecchio Comunale a provare a strappare punti per le sue speranze di permanenza in Serie A. I lupi di Vinicio, penalizzati di 5 punti ad inizio campionato a causa del calcio scommesse e reduci dal disastro del terremoto, affrontarono la Juventus di Trapattoni, impegnati  in un testa a testa con la Roma per lo scudetto (la settimana successiva, nello scontro diretto, il 10 maggio 1980, ci fu il caso del famoso gol di Turone).

I lupi resistettero agli assalti della Signora per 81 minuti, fin quando Antonio Cabrini, con una magistrale punizione, infilò Tacconi e regalò i sofferti 2 punti ai bianconeri, fondamentali per continuare il cammino scudetto.

In quel momento all’Avellino sembrò cadere tutto addosso, ma i lupi riuscirono a reagire e a salvarsi a fine stagione, compiendo una autentica impresa.

Impresa che stava per riuscire anche quella calda domenica di inizio maggio a Torino, quella di fermare la Juventus.

TABELLINO

Juventus – Avellino 1-0       Domenica 3 maggio 1981, stadio Comunale di Torino, 55.000 spettatori

MARCATORI

81′ Antonio Cabrini (Juve)

Juventus: Zoff, Cabrini, Cuccureddu, Scirea, Gentile, Tardelli, Brady, Furino (75′ Brio), Marocchino, Fanna (64’Franco Causio), Bettega. All. Giovanni Trapattoni.

Avellino: Tacconi, Di Somma, Cattaneo, Beruatto, Valente, Passione, Giovannone, Mario Piga, Ferrante (82′ Vignola), Criscimanni (79′ Venturini), Carnevale. All. Luis Vinicio.

Questo il video dei quella gara con la telecronaca di Rai Sport di Carlo Nesti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy