Avellino – Le pagelle di fine anno dei lupi. Tribuzzi e Parisi i migliori. Qualche insufficienza

Avellino – Le pagelle di fine anno dei lupi. Tribuzzi e Parisi i migliori. Qualche insufficienza

Il pagellone dell’Avellino della stagione 2018/19

di Redazione Sport Avellino

Centrocampisti

Alessandro Di Paolantonio
Alessandro Di Paolantonio

Matute 7,5: il leone del centrocampo irpino. La sua presenza è fondamentale nella mediana. La sua grinta, esperienza, determinazione, sono stati indispensabili. Ha realizzato anche un paio di gol importanti, che hanno regalato punti pesanti ai lupi. Sicuramente un elemento affidabile sul quale puntare anche in Lega Pro.

Di Paolantonio 7: un acquisto decisivo per migliorare la qualità dell’Avellino in mediana. Voluto da Graziani, ma valorizzato da Bucaro. C’ha messo un pò di settimane per trovare la forma giusta, ma con la sua qualità, poco alla volta, si è preso il posto da titolare, scalzando Gerbaudo nel ruolo. ha finito la stagione in crescendo, un giocatore che può fare la differenza anche in Serie C.

Gerbaudo 6,5: è suo il primo gol dell’Avellino targato De Cesare. Alla prima giornata, in quel di Ladispoli sblocca la gara. Un inizio positivo, poi cala come tutta la squadra da ottobre a dicembre. Con Di Paolantonio che guadagnava gerarchie, da febbraio si è ritrovato spesso in panchina, ma sempre umile e  mai una parola fuori luogo, accettando le decisioni del mister e dando una mano anche da subentrato, riuscendo a segnare a Trastevere il 2-0 nel finale, per un gol determinante. Elemento che ha sofferto molto la categoria, non adatta al suo gioco, sicuramente lo rivedremo al meglio in Serie C.

Tribuzzi 9: Elemento in più dei lupi, giocatore, che vista l’età, è il futuro dell’Avellino. In diverse partite prende la squadra sulle spalle, crea superiorità saltando diversi avversari. Una sorpresa assoluta dell’Avellino. Vale lo stesso discorso fatto per Parisi, un giovane sul quale costruire l’Avellino del futuro per altre categorie. Attendiamo conferme anche in Serie C, dopo la “doppia doppia” fatta in Serie D, con 12 gol, e 12 assist. Ma siamo certi che Alessio presto lo vedremo in altre categorie, magari insieme al lupo. Un carattere, come Parisi, da migliorare, ma per il resto, con il lavoro e l’impegno potrà arrivare in alto.

Da Dalt 7,5: L’argentino è esperto in rimonte folli. Come l’anno scorso, con la Vibonese, Da Dalt riesce nel rimontone e a vincere un campionato incredibile. Un acquisto di dicembre importantissimo. Arrivato con umiltà, si è subito calato nella realtà irpina, con passione e dedizione, facendosi subito amare dai suoi tifosi. Un giocatore dal quale ripartire, forte in fase offensiva, generoso nel tornare e difendere. Unico neo, pochi gol, ma è uno che di gol ne fa segnare tanti. sarebbe utile anche in Serie C.

Buono 6: Stagione positiva, senza troppe pretese per lui, si fa trovare pronto al momento giusto, utile nel turnover e nella batteria degli “under” per disegnare lo schieramento tattico. Può migliorare in tante cose.

Carbonelli 6: E’ tra gli under che maggiormente colpiscono con Graziani, un ragazzo duttile, sia interno che sulla fascia, in alcune partite fa davvero impressione. Da gennaio subisce un infortunio e praticamente scompare, non lo si vede più. Bucaro praticamente lo ha usato solo per la Poule Scudetto, dove ha sfornato buone prestazioni. Peccato perchè sarebbe stato utilissimo alla causa e sicuramente avrebbe potuto mettersi maggiormente in luce, visto le premesse.

Acampora 5,5: di quelli tagliati a dicembre probabilmente è quello che meritava di più. Con Graziani si stava guadagnando i suoi spazi, poi con l’arrivo di Bucaro la sua avventura in Irpinia è terminata. Giocatore determinato e volenteroso, ci metteva l’anima anche se con enormi limiti tecnici.

Rizzo sv: dovrebbe essere un elemento che fa la differenza anche da under. Lo si vede mezza partita, poi un infortunio delicato lo estromette dal campo per tutta la stagione. Praticamente non lo si vede mai. Peccato soprattutto non averlo potuto osservare e valutare. Bucaro in conferenza disse è il giocatore con i piedi migliori che abbiamo in rosa. Peccato non averlo visto.

Totaro: sv. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy