Basket Avellino – I numeri di Cole, il magic moment della Sidigas per battere il Ventspils

Ultima sfida del girone d’andata di Champions League per la Scandone

di Davide Baselice, @davidebaselice

Si chiude questa sera alle 20:30 al PaladelMauro il girone d’andata della Basketball Champions League impegnata nella settima giornata del girone A contro i lettoni del Ventispils. Dopo tre trasferte consecutive i lupi di coach  Nenad Vucinic tornano a giocare dinanzi al pubblico amico dopo essersi congedati due mercoledì fa quando a cadere furono i turchi del Banvit (sconfitti ieri sera dalla capolista Murcia). C’è entusiasmo nelle fila biancoverdi per le cinque vittorie ottenute tra Italia ed Europa ma l’appetito vien mangiando per i lupi. In Irpinia è il turno della formazione allenata da Roberts Stelmahers che è uscita sconfitta nell’ultima giornata per mano del Nizhny Novgorod per 75-80 che relega i viaggianti in settima posizione in graduatoria.

Avellino giocherà ancora con un roster ridotto viste le note defezioni di Matt Costello e Luca Campogrande. Un rientro a pieno regime è ipotizzabile dopo la sosta del 2 dicembre. Nel frattempo c’è da tenere alta la concentrazione perchè domenica la Scandone affronterà nell’attesissimo big match l’Umana Reyer Venezia. Una settimana “casalinga” che dovrà dare conferme a Cole e compagni.

Il playmaker ex Miami Heat è il secondo miglior realizzatore della manifestazione con 18 punti e terzo miglior assistman (7.5). Dalle sue mani – così come da quelle del ritrovato Demetris Nichols – Avellino cercherà di costruire un successo che le darebbe la possibilità di chiudere così come è iniziato questo percorso europeo  circa un mese e mezzo fa a Novgorod.

Il Ventspilis di certo non verrà alle pendici del Partenio per recitare il ruolo della vittima sacrificale. Le sole due affermazioni su sei partite non entusiasmano ma è vietato abbassare la guardia contro un’avversaria che conta ben undici atleti lettoni (spicca il nome della guardia Richard Lomazs) e quattro stranieri come gli americani Aaron Johnson (regista visto a Venezia nel 2014), l’ala Jonathan Arledge (ex Piacenza e Latina), Anthony Beane (esterno classe ’94) ed il guineiano centro Ousmane Drame.

Appuntamento dunque a questa sera a Contrada Zoccolari aspettando l’atteso confronto contro l’Umana Reyer.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy