Basket, la Sidigas Avellino soffre ma batte Pesaro 82-81. Fondamentale il rientro di Nichols (20)

Basket, la Sidigas Avellino soffre ma batte Pesaro 82-81. Fondamentale il rientro di Nichols (20)

La Scandone vince al fotofinish contro i marchigiani e sale a 12 punti al terzo posto in graduatoria.

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

La Scandone Avellino torna in campo dopo due settimane dopo la pessima figura rimediata con Venezia. La Sidigas ospita la VL Pesaro al PaladelMauro, in una gara che vede il ritorno record di Nichols, infortunatosi proprio nella gara con Venezia e tornato in maniera record in campo (si parlava di due mesi di stop, e invece dopo due settimane è già sul parquet). La Scandone doveva vincere e lo fa, ma con estrema sofferenza, battendo 82-81 una gran bella Vuelle Pesaro. Avellino che torna al terzo posto a 12 punti.

Pesaro arriva da 3 vittorie di fila al PalaDelMauro, a sole due lunghezze dalla Scandone, quindi gara da alto livello.

E il livello in campo è effettivamente alto, con il primo quarto giocato a ritmo intenso da entrambe le compagini, chiuso sul 25-25. La Scandone aveva anche allungato grazie ad 8 punti di Filloy, con due triple, ma poi aveva visto il rientro dei pesaresi.

Pesaro che ha iniziato alla grande anche il secondo periodo, postandosi sul 31-25 costringendo Vucinic al time out. Un time out salutare visto che la Scandone impattava sul 31-31 dopo 4 minuti del secondo periodo. Gara che si accende con le squadre che si affrontano a viso aperto e punto a punto, con punteggi davvero altissimi. Dopo il tentativo di fuga pesarese, è la Scandone a riportarsi avanti grazie ad un ispiratissimo Keifer Sykes, che replica all’ottimo quarto di Filloy. Ma Pesaro reagisce e rimette il muso avanti all’ultimo minuto del secondo periodo. Si va all’intervallo lungo con la Scandone sotto di 3 punti sul 46-49, in una gara davvero molto bella ed equilibrata. Per la Sidigas Nichols con 12 punti, fattore importante ritrovato. Per Pesaro 16 punti di Blackmon, che ha fatto più volte soffrire Norris Cole.

Si torna nel terzo periodo con la Scandone che ricuce il break, sempre grazie a Nichols. Per i successivi 5 minuti si gioca punto a punto con nessuna della due squadra a trovare un allungo importante. Poi Ndiaye diventa un fattore per la Scandone con 8 punti di fila, che portano Avellino sul +3 a metà terzo quarto. Pesaro va in tilt e ne approfitta la Scandone per far arrivare Avellino sul 68-61 grazie a Cole e una grande tripla in transizione di Filloy. Si va all’ultimo quarto sul 70-65 per la Scandone. 

Nel quarto parziale parte meglio Pesaro che si riavvicina a -3, ma risponde Caleb Green a ristabilire le distanze. Torna a -1 la Vuelle con la Sidigas che all’improvviso si inceppa in attacco. Pesaro che si porta anche avanti sul +1, in un quarto che vede la Sidigas con soli 2 punti in quasi 5 minuti. Risponde con una tripla Caleb Green per il 75-73 Scandone. Tripla anche di Sykes per il +5 Avellino che dopo il time out si sblocca. Si arriva ad un finale palpitante con Pesaro che torna  a -1. Nichols riscrive il +3 Scandone. Pesaro però torna a -1, con il centro lituano quando mancano 50 secondi alla fine. Filloy si fa soffiare un pallone sanguinoso, Pesaro tira ma sbaglia. Recupera però il rimbalzo e Filloy commette fallo. Pesaro non riesce a tirare, grande difesa della Scandone che resta avanti di 1 a 4 secondi dalla fine. Non riesce a fare fallo Pesaro e quindi finisce 82-81 per la Scandone, che torna quindi al successo, importante.

MVP Blackmon 28 punti. Per la Scandone 20 punti di un insostituibile Nichols.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy