Basket – Sidigas Avellino ad Utena. La Juventus micidiale da 3, specialmente Gaines

La Scandone si ritroverà ad affrontare una squadra completamente diversa rispetto a quella battuta l’anno scorso

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Missione Europea per la Sidigas Avellino che oggi alle 17.30 alla Utena Arena sfiderà la Juventus per l’andata dei quarti di finale di Fiba Europe Cup. 

Una Sidigas che ha già affrontato Utena, la scorsa stagione, in Champions League. La scorsa annata i lituani erano nel girone della Scandone che vinse entrambe le volte, di 10 punti di margine, sia all’andata in Lituania che al ritorno in Irpinia.

Sono due squadre completamente differenti da allora: il best scorer della Sidigas dei due match fu Ragland, che segnò 32 punti in due partite. Ma un altro fattore che Avellino utilizzò per schiantare i lituani fu Kyrylo Fesenko, che si divorò le plance dei lituani con due doppie doppie in entrambe le gare. Quel fattore, Avellino, potrebbe utilizzarlo anche questa sera per provare il blitz in Lituania.

Utena all’epoca era meno fisica di quest’anno e soprattutto aveva percentuali al tiro molto basse se paragonate a quelle devastanti di quest’anno. In questa stagione, il roster rosso nero è cambiato molto, la squadra è molto più fisica e potrebbe reggere meglio il confronto con Kyrylo Fesenko. Ha poi nel roster alcune frecce velenose al proprio arco, un arco di tiratori da 3 mostruosi. Utena infatti viaggia con percentuali da dietro l’arco spaventose, oltre il 47% in stagione, quasi il 60% nel turno precedente della coppa, contro gli ungheresi. L’unico superstite della sfida dell’anno scorso è la guardia americana Anthony Ireland. Il cecchino della squadra è Kenny Gaines, guardia che ha segnato 39 punti nelle due sfide degli ottavi e pericolo pubblico numero 1 della Scandone.

Ma occhio anche al reparto lunghi della squadra lituana. Se l’anno scorso Fesenko andò a nozze, quest’anno Utena ha variato molto i suoi interpreti e gente come Dandy e l’ucraino Dondiyenko (che conosce bene Kyrylo) possono creare non pochi problemi alla Scandone, visto che proprio nel reparto lunghi, ultimamente, sta soffrendo molto. Il limite di Utena è la difesa, quindi, giocate in penetrazione dei vari Rich, Wells e Fitipaldo, potranno metterli in crisi. Per intenderci, giocate alla Ragland che la passata stagione infilò come una lama nel burro la difesa lituana. Ma Ragland ora non c’è e tocca ad altri provare la stessa arma vincente utilizzata in passato.

Insomma, si prospetta una bella sfida tra la Juventus Utena e la Sidigas Avellino, una sfida che deciderà, nel doppio confronto, chi approderà in semifinale di Europe Cup. Oggi pomeriggio primo confronto in Lituania alle 17.30.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy