Cercasi risposte in casa Sidigas Scandone: De Cesare resta in silenzio, parola al Diesse Alberani

Domani il manager forlivese farà il punto della situazione in casa biancoverde dopo la sconfitta di Cantù

di Davide Baselice, @davidebaselice

Il giorno la delusione è ancora tanta per la sconfitta rimediata poco più di ventiquattro ore fa al PalaDesio di Cantù. La Sidigas Avellino deve rimettersi in carreggiata ed è chiamata a farlo anche in tempi rapidi visto che mercoledì sera si scenderà nuovamente sul parquet del PaladelMauro alle ore 20:30 contro Minsk negli ottavi di Fiba Europe Cup. Una gara che per la Scandone avrà un carico psicologico determinante dopo le due sconfitte con Cremona e Cantù a distanza di due settimane che non hanno cambiato (almeno per adesso) l’andazzo in termini di risultati. Il ko contro la Red October ha contribuito ad aumentare il malcontento nell’ambiente biancoverde alla luce di come è arrivato  lo stop con quella rimessa da non far vedere a chi vuol imparare a giocare a pallacanestro. Avellino scivola così al terzo posto in classifica in attesa di conoscere il risultato di questa sera tra Brescia e Brindisi.  Serve una scossa per riprendere a vincere e tornare a dire la propria come qualche mese fa. In tal senso si attende un segnale netto anche dalla proprietà Sidigas in questo momento di difficoltà, il più difficile se vogliamo nella gestione Sacripanti dopo la sconfitta interna contro la Juve Caserta nel dicembre 2015 quando il trainer brianzolo era ad un passo dall’esonero. Per ora a parlare pubblicamente sarà il Direttore Sportivo Nicola Alberani, protagonista della conferenza stampa indetta per domani mattina. Si farà il punto della situazione in casa biancoverde con uno sguardo rivolto all’ìmminiente impegno europeo. C’è da chiedersi come concretamenete la Scandone ha intenzione di uscire da questa fase della stagione piuttosto delicata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy