La Sidigas non risorge a Pasqua. Venezia vince 88-74. Notte fonda per la Scandone

Ancora una sconfitta per i biancoverdi che si allontanano dalle prime posizioni di classifica

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Pasqua amara per la Scandone che perde a Venezia. Seconda sconfitta di fila per i lupi, quarta nelle ultime 5 partite in campionato e quarto ko anche in trasferta su 5 partite fuori casa. Una Venezia, che, come Milano domenica scorsa, vince con un ultimo periodo importante, approfittando del calo della Scandone.

Al Talercio, i campioni d’Italia recuperano Bramos, che stringe i denti peresserci contro i biancoverdi. Applausi del pubblico del Taliercio per l’ex Ariel Filloy, lo scorso anno uno dei protagonisti dell’Umana Reyer Venezia. C’è Fitipaldo al posto dell’italo-argentino nel quintetto biancoverde insieme a Rich, Wells, Leunen e Fesenko. Ottimo avvio di Fesenko che va ancora a bersaglio. Replica Haynes (4-4). Sidigas che tira bene: Rich deposita il suo 4° punto (4-8). Ancora bene i lupi con un ottimo Jason Rich ancora senza errori dal campo. Dopo 4 minuti Avellino avanti 10-4 al Taliercio. Segna Cerella, ma risponde Bruno Fitipaldo per la bomba del +7 Sidigas. Break di 4-0 dei Campioni d’Italia che torna a -3 (10-13). Schiacciata di Tonut che riporta la Reyer a -1. Risponde Wells per il nuovo +3. Lay up di De Nicolao (reduce dal suo season high) per il nuovo -1 Reyer. Entra il grande ex Filloy che gioca 1 minuto e poi è costretto a uscire per un problema alla caviglia. Rich sbaglia una tripla sulla sirena, ma la Sidigas chiude avanti di 3 sul 17-14. 

Si torna in campo per il secondo periodo con Biligha a scuotere la retina. Risponde però con una inchiodata Shane Lawal. Due liberi di Rich che portano Avellino sul +5 (16-21). Si sbaglia clamorosamente dai liberi con uno 0/6 da entrambe le parti, Rich e Fesenko per Avellino, Daye per i lagunari. Però Daye si riscatta e segna il piazzato del -2 Venezia, 20-22. Ancora Rich dalla lunetta, stavolta fa 1/2. Jennings, segna il canestro del -1 per gli oro granata. Watt, segna il primo vantaggio di Venezia che costringe Sacripanti a chiamare timeout a metà secondo quarto. Haynes segna il +3 per i campioni d’Italia. Lawal sem,bra in giornata e con una super schiacciata riporta i lupi a -1. Venezia conduce 27-26. Tripla clamorosa di Rich, che riporta la Scandone sul +2 (29-27), con un break aperto di 5-0. Break che diventa 7-0, con Avellino che torna sul +4. Un break griffato da un grande Shane Lawal. Time out Venezia. Ancora Sidigas con Wells, che porta i lupi sul +6. La tripla di Tonut rompe il beak irpino e riporta la Reyer sul -3. Sulla sirena, un libero messo a referto da Rich con la Sidigas che chiude avanti di 4 punti all’intervallo lungo (30-34). Rich già a quota 12 punti. 

Si torna in campo per la terza frazione di gioco. Avellino torna con Fitipaldo, Rich, Leunen,Wells e Fesenko. Subito schiaccia subito Fesenko il +6 Avellino. Ancora Big Fes, +8 lupi a Venezia. Break di 6-0 dei padroni di casa che tornano in un amen sotto di 2 punti. Risponde Fitipaldo da 3, ma ancora Watt torna a segnare per il -3 Venezia. Ancora Fesenko, che segna il nuovo +5 per la Scandone (38-43). Torna a -3 Venezia con Tonut. Cerella, tripla del pareggio a quota 43 a metà terzo quarto. Risponde Rich da due per il nuovi vantaggio irpino 43-45. Torna Lawal. Tripla di Venezia che torna avanti di 1 punto. Gioco da 3 di Biligha per la Reyer che va avanti di 4 punti, vantaggio massimo dei campioni d’Italia (49-45). Liberi di Lawal. Il nigeriano fa 1/2 e Avellino torna sul -3. Torna a +5 la Reyer, ma Scrubb riporta a -3 la Scandone. Sosa con due liberi riporta Venezia a +5 ma risponde ancora Lawal. Segna Biligha, ma Fitipaldo con un gioco da 3 riporta la Sidigas a -2. Sbaglia la tripla finale Sosa, quindi Venezia va avanti all’ultimo quarto sul 55-53. 

Si parte con un orrore di Peric che si mangia un canestro clamoroso. Fallo tecnico a Rich. Ne approfitta Venezia con 4 punti e portarsi sul +6. Scrubb riporta i lupi sul -4. Fallo su De Nicolao che con 3 liberi porta Venezia sul +7 (64-57). Fesenko riporta i lupi a -5. Altra tripla di De Nicolao, +8 Reyer. Risponde Fitipaldo sempre da 3. Tripla di Tonut. Ancora +8 Reyer. Dall’altra parte sbaglia Rich, e segna Watt che porta Venezia a +10 (74-64). Come domenica scorsa, Avellino si scioglie nel quarto finale. Venezia vola sul +13. Vince dunque la Reyer sulla Sidigas per che stacca, come Milano, Avellino definitivamente in classifica.

TABELLINO

Umana Reyer Venezia 88-74 Sidigas Avellino

Umana Venezia: Sosa, Tonut, Haynes, De Nicolao, Biligha, Peric, Ress, Bolpin, Jengins, Cerella, Daye, Watt. All. Walter De Raffaele.

Sidigas Avellino: Fitipaldo, Filloy, Rich, Wells, Leunen, Scrubb, Lawal, Fesenko, Zerini, D’Ercole. All. Stefano Sacripanti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy