Sidigas, a Capo d’Orlando per un tris d’autore aspettando la finale di Fiba Europe Cup

Trasferta in Sicilia per la Scandone che vuole agganciare al terzo posto la Germani Brescia

di Davide Baselice, @davidebaselice

Terza vittoria consecutiva e terzo posto in classifica. E’ questa la mission in Sicilia per la Sidigas Avellino (partita questa mattina presto da Napoli) che domani alle ore 18:15 sarà ospite della Betaland Capo d’Orlando nella penultima trasferta della regular season. La Scandone arriva a quest’appuntamento col morale alle stelle dopo i due successi interni con Cremona e Pesaro ed il raggiungimento della finale di Fiba Europe Cup contro l’Umana Reyer Venezia. Per i biancoverdi quella in Sicilia può essere l’occasione di agganciare in classifica la Germani Brescia in caso di sconfitta dei lombardi contro Milano e tener a distanza di sicurezza le rivali che inseguono. La settimana che ha visto Lawal e soci fare la spola tra Italia e Danimarca potrebbe comportare un pò di stanchezza nelle gambe dei lupi che sulla carta partono coi favori del pronostico.

Dall’altra parte la compagine sicula non vince dinanzi al proprio pubblico dal 16 dicembre scorso (67-66 con Brindisi). Proprio i pugliesi sono stati battuti dalla Betaland nella trasferta di domenica scorsa trascinata da un super Justin Knox da 27 punti. Tale acuto ha permesso di lasciare il fondo della classifica a discapito della Vuelle Pesaro. Il pivot americano è uno dei volti noti rispetto al match di andata che la Scandone fece suo in maniera agevole (97-69). Via coach Gennaro Di Carlo è subentrato in panchina Andrea Mazzon (sotto 6-5 negli scontri diretti contro il collega Sacripanti) mentre  nel roster hanno fatto il loro ingresso il playmaker Adam Smith, le guardie Nick Faust  ed il russo Valery Likhodey (14,1 punti di media). Sotto le plance c’è da registrare l’aggiunta dell’ala – centro Luca Campani.  A fare spazio sono stati i vari Eric Maynor, Mirza Alibegovic, Mario Delas, Kakub Woijciechowski e Mario Ihring. Ad arbitrare la contesa saranno i signori Martolini, Biggi e Boninsegna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy