Sognando la finalissima di Fiba Europe Cup, la Pasqua della Sidigas è “Umana”

Avellino in campo nel posticipo contro i Campioni d’Italia della Reyer: dubbio Michael Bramos per i veneti

di Davide Baselice, @davidebaselice

La palla a spicchi non andrà in vacanza nemmeno nel giorno di Pasqua perchè la Sidigas Avellino domani sera alle 20:45 chiuderà la 24° giornata di regular season col posticipo al Taliercio contro l’Umana Reyer Venezia. Si affrontano la seconda e la quarta forza della classifica entrambe reduci da una sconfitta nell’ultimo turno: lagunari ko a Pistoia per 93-83 sotto i colpi dell’ex McGee mentre la Scandone al PaladelMauro si è arresa alla capolista EA7 Milano.

In settimana entrambe le formazioni hanno ottenuto il passaggio in semifinale di Fiba Europe Cup seppur con risultati alterni: i lupi hanno travolto la Juventus Utena dopo il pari dell’andata; sconfitta di misura per i Campioni d’Italia sul campo del Novgorod. Una trasferta, quella in Russia, che non ha visto la presenza di Michael Bramos a causa di un fastidio alla gamba sinistra mentre non sono al meglio della condizione Jenkins (febbre) e Watt che ha rimediato una botta nella competizione della Fiba che potrebbe vedere di fronte in finale proprio Avellino e Venezia che meno di un anno fa si sono affrontare nelle semifinali scudetto. Atteso dal ritorno in quello che è stato il suo campo è Ariel Filloy, ex sulla sponda biancoverde, che  con la sua squadra (vincitrice del match di andata il 2 dicembre scorso dopo un tempo supplementare) a ribaltare un pronostico che sorride alla formazione dell’assistant coach avellinese Gianluca Tucci, ultimo degli allenatori sedutisi sulla panchina della Scandone ad espugnare Venezia il 6 gennaio 2013. Nelle fila orogranata la novità è rappresentata dall’inserimento dell’ala Austin Daye, visto a Pesaro qualche anno fa, arrivato il 29 gennaio in luogo dell’infortunato Orelik.

La Sidigas, che in questi minuti sta per partire dall’aereoporto di Napoli alla volta di Venezia, vuol festeggiare al meglio e la festività pasquale e la settecentesima gara in serie A in attesa di conoscere quelli che saranno gli sviluppi del mercato e capire se la larga vittoria in Europa ha restituito serenità ad una Scandone che nel mese di marzo ha raccoltato soltanto un successo in Italia su quattro partite disputate. Come ha sottolineato Lorenzo D’Ercole in settimana quella di domani nella Serenissima potrebbe essere la gara della svolta in questo rush finale. Ad arbitrare la contesa sono stati designati i signori Begnis, Martolini e Perciavalle.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy