Basket Final Eight – Il pagellone: insufficienza per la Sidigas ma c’è chi fa peggio

Anche quest’anno le Final Eight del Mandela Forum di Firenze hanno regalato davvero tante sorprese ed emozioni

di Redazione Sport Avellino

Happy Casa Brindisi

Frank Vitucci
Frank Vitucci

VOTO 8

Arriva alle Final Eight con la tripla all’ultimo secondo del girone di andata che gli consegna in extremis il settimo posto ed il vento in poppa di ben 6 vittorie nelle ultime 7 giornate di campionato. Gli uomini di Vitucci giocano per divertirsi e divertire con la poca pressione mentale di chi era partito con ambizioni completamente differenti. La rinascita di Banks e Moraschini, la concretezza di Chapell e il sempre più alto impatto di Brown sono le armi di una squadra che vince il quarto di finale probabilmente più emozionante e quasi si suicida in semifinale, prima del crollo in finale. Va dato atto ai brindisini di essere una squadra mai banale e che è riuscita quasi sempre a tirar fuori il coniglio dal cilindro nei momenti difficili. Sarebbe stata applaudita anche se fosse uscita già venerdì sera, e invece aver eliminato Avellino che partiva con ben 11 punti di vantaggio al termine del terzo quarto, rimarrà un’impresa sempre ben impressa nella memoria dei tifosi biancoblu. Certo resta il rammarico di aver perso la finale contro una squadra che sulla carta sarebbe potuta essere abbordabile, ma il verdetto del campo ha decretato tutt’altro e quindi probabilmente più di così sarebbe stato difficile fare. Losers but Happy.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy