Basket – La Sidigas dura solo 3 quarti. Milano espugna Avellino 75-82

Secondo ko interno per la Sidigas dopo Brescia. Sesta vittoria di fila per Milano.

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

La Sidigas Avellino tiene botta tre quarti all’Armani Milano, poi nel quarto finale crolla contro la difesa meneghina e alla maggiore profondità dei milanesi che vincono al Pala Del Mauro 82-75. Secondo ko interno in regoular season in Serie A per la Scandone, dopo quello con Brescia. D’altra parte sesta vittoria di fila per le Scarpette Rosse mentre Avellino è attesa, dopo la Europe Cup, da un’altra sfida cruciale con Venezia.

All’andata la Sidigas Avellino riuscì nell’impresa di superare la formazione di Pianigiani per 94-92 dopo due tempi supplementari. Avellino è l’unica squadra in questa stagione ad aver battuto l’Olimpia tra le sue mura amiche.

La Sidigas lancia in quintetto Filloy, D’Ercole, Rich, Leunen e Fesenko. Milano risponde con Goudelock, Cinciarini, Micov, Kuzminskas e Tarczewski. Apre le danze Fesenko con la prima inchiodata del match. Milano rompe il ghiaccio con Kuzminskas. Si scalda il PaladelMauro quando Filloy insacca la tripla dell’11-5. Tripla dall’angolo di Cinciarini: gli ospiti tornano a segnare.  Si iscrive a referto anche Scrubb con la prima bomba di serata: Kuzminskas  e Gudaitis rispondono con canestro e fallo dall’altra parte del campo (14-10). Avellino chiude avanti 19-15 al termine del primo quartoSi riparte per i secondo periodo: c’è sul parquet nuovamente Fesenko: 1/2 ai liberi per l’ucraino. Avellino sul 20-15. L’atletismo di Milano fa sentire tutto il suo peso. Abass salta più in alto di tutti e corregge un errore al tiro col tap-in del 22-21. Primo canestro dal campo nella 2° frazione per i lupi: bomba di D’Ercole. Ancora Gudaitis per Milano in attacco ma il pivot soffre in difesa la stazza di Fesenko. Si infiammano i tiratori sul parquet: da una parte Micov, dall’altra Jason Rich (34-31). Si entra nell’ultimo minuto del primo tempo con Avellino avanti 37-31. Fesenko è semplicemente dominante. Sidigas Avellino avanti 37-34 all’intervallo contro l’EA7 Milano. 

Inizia il secondo tempo al PaladelMauro: Scandone che schiera Filloy, Rich, Wells, Leunen e Fesenko. Micov in penetrazione per il 37-36. Primo vantaggio di Milano con Goudelock che si dimentica del 0/20 da cui arrivava. Wells si accende: quattro punti consecutivi dell’americano: Avellino dal -1 al  + 3.  Goudelock riscalda la mano: bomba dell’ex Lakers che vale il 43-41- Lay-up poi di Fesenko per il + 2 irpino. Se Goudelock è un fattore non lo è da meno Fesenko nonostante i tre falli a proprio carico. Termina 54-57 in favore di Milano la terza frazione con Fitipaldo che sbaglia la tripla del possibile pareggio.

Si riparte con Scrubb da tre: 57-57. Ma Milano ancora a segno: prima Micov poi Jerrells. E’ fuga sul + 5. Jerells si carica l’attacco di Milano sulle spalle: stavolta è + 7 con l’assist per la schiacciata di Tarczewski (61-68). La Scandone crolla, l’unico a non mollare è Rich, ma Milano allunga con Pascolo. Deve solo condurre fino alla fine. Vince Milano ad Avellino 75-82. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy