Sidigas Avellino: Rich chiede troppo per la riconferma. Filloy, Scrubb e Lawal restano. C’è il si di D’Ercole. Da valutare gli altri

Sidigas Avellino: Rich chiede troppo per la riconferma. Filloy, Scrubb e Lawal restano. C’è il si di D’Ercole. Da valutare gli altri

Le indiscrezioni di mercato sulle riconferme di alcuni elementi della Scandone

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Il campionato della Scandone è finito solo da pochi giorni, sabato sera, nella gara 4 dei quarti di finale playoff contro Trento che ha estromesso gli irpini dalla corsa alla semifinale. Un finale amaro che ha messo fine anzitempo alla stagione della Sidigas Avellino, una stagione comunque importante, che ha visto i biancoverdi giocarsi una finale europea e giungere primi nel girone di andata del campionato, piazzando il record personale di vittorie in un girone.

Ieri sera, alla serata di saluto della squadra ai tifosi (assenti i ragazzi degli Original fans al Pala Del Mauro), si è raccolto un pò di indiscrezioni di mercato, con alcuni protagonisti che hanno parlato a telecamere spente.

Da quanto appreso, per la prossima stagione, la Scandone avrebbe già iniziato i contatti di rinnovo con alcuni elementi. Tolti Filloy, Scrubb e Lawal che hanno ancora un anno di contratto in Irpinia e dovrebbero restare, salvo clamorose offerte, soprattutto per Scrubb, che è un elemento che ha molto mercato, si sarebbe iniziato un tentativo di dialogo con Jason Rich.

Per l’MVP, da ciò che abbiamo appreso, la situazione è complicata, in quanto il giocatore vorrebbe un adeguamento di stipendo del doppio di quanto percepisce, vista la straordinaria stagione fatta, e la Scandone a determinate cifre non vorrebbe trattare. Nel caso il ragazzo non dovesse abbassare le pretese, ci sarebbe l’addio a fine contratto. Detto dei confermati, da valutare gli italiani Zerini e D’Ercole. Il primo ancora non ha iniziato alcun discorso di rinnovo con la società, come ha ammesso ai nostri microfoni, ma sarebbe felice di restare in Irpinia, con D’Ercole si sarebbe invece strappato il sì per un rinnovo annuale.

Ovvio, sono discorsi ancora a parola e non c’è nulla di concreto scritto, anche perchè, prossimamente c’è da capire chi sarà il futuro tecnico della Scandone, se verrà confermato coach Sacripanti e il suo staff oppure anche l’avventura del tecnico canturino è giunta al capolinea in Irpinia. Quindi, probabilmente la priorità è capire chi guiderà la Scandone la prossima stagione e quali giocatori intende al suo cospetto.

Insomma, la stagione è finita, inizia un’ estate caldissima sotto tutti i punti di vista per la Scandone in vista del 2018/19.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy