Avellino Calcio – Bucaro:”Torres agguerrita, noi prenderemo a morsi la gara. Biscottone sardo? Non lo temo”

Avellino Calcio – Bucaro:”Torres agguerrita, noi prenderemo a morsi la gara. Biscottone sardo? Non lo temo”

Le parole del tecnico biancoverde nella conferenza stampa pomeridiana

di Michelangelo Freda, @m_freda21

Conferenza pomeridiana per mister Bucaro che inquadra la sfida di domenica contro il Sassari Torres. Una partita da non sottovalutare e da non prendere sottogamba, come puntualmente ha sottolineato Carlo Musa nella conferenza stampa di martedì, alla ripresa degli allenamenti. L’Avellino questa settimana sembra esser al completo, con i calciatori che non destano molte preoccupazione al tecnico biancoverde per la condizione fisica.

“Sicuramente sarà una delle partite più importanti che andremo a disputare in questa fase del campionato. L’abbiamo preparata nel migliore dei modi, dobbiamo dare il massimo perché ci giochiamo tanto al di là degli avversari. I tesserati della Torres sono agguerriti, partita importantissima per loro. Non la sbaglieremo. È fondamentale aver consapevolezza per una squadra di calcio in questo momento del campionato. Sarà una partita carica di tensione perché la posta in palio è alta per entrambe le squadre, spero che ci sia il supporto dei tifosi perchè giocare qui non è facile per le altre squadre, il pubblico dev’esserci. La squadra sta bene mentalmente, è normale che ci siano tensioni rispetto a prima, negli ultimi giorni abbiamo rivisto tutto quello che abbiamo fatto finora, aspetti positivi e negativi, per trovare la forza necessaria per fare una grande gara contro la Torres. Il gruppo è consapevole delle proprie forze e sappiamo che ci saranno delle tensioni all’interno della gara, è normale. Siamo l’Avellino e dobbiamo dare il massimo per tutti. Dobbiamo vincere la gara a calci e morsi.

Sul mio futuro? posso dire che mi farebbe piacere rimanere e si possa concludere il campionato nel migliore dei modi, magari ci potesse esser un continuo ma adesso non è il momento adatto per parlarne. Da parte mia c’è la mia voglia massima per continuare ad Avellino. È stata una settimana dov’è normale che la tensione aumenti sotto la gara, abbiamo fatto bene, la stiamo sentendo e sentiamo gli umori dei tifosi, dobbiamo esser bravi per continuar a tener alto l’entusiasmo.

Condizione fisica? Alfageme sta meglio, non è al 100% ma si è allenato constantemente e decideremo domani il suo utilizzo, Carbonelli non ha l’autonomia dei 90 minuti ma è un arma in più, Viscovo sta bene. 

Biscottone sardo? Spero di no, il calcio è una passione. È chiaro che il Budoni è in una zona piu tranquilla rispetto alla Torres, ed anche sulla prossima gara il Budoni avrà una gara alla portata di mano ma non credo che vadano a Lanusei a fare la comparsa. Avevamo già il braccino corto nella scorsa gara, a livello fisico pagavamo qualcosa, ma spero che sia circoscritto al passato. Sicuramente il percorso fatto sinora mi soddisfa, l ho detto prima: una partita può cambiare tutto quello fatto fino ad adesso. Spareggio? Mah, metterei una firma per ciò, siamo sempre indietro noi. Dipende tutto dal Lanusei.

De Vena? Nelle ultime partite non ha reso come prima ma non mi preoccupa perché in campo da sempre il massimo, domenica potrà esser decisivo. Latina? Sono contento per quanto fatto dalla società per dar ai tifosi la possibilità di esserci.

Un rimpianto? La partita che rimpiango è contro l’Anagni, partita gettata al vento. È giusto che il tecnico del Latina possa dire queste cose, io penso alla prossima gara, poi con il Latina la giocheremo e non faremo regali a nessuno.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy