Avellino calcio, Enrico Fedele: “Avellino condannato per un vizio di forma, disparità di trattamento con le altre”

Avellino calcio, Enrico Fedele: “Avellino condannato per un vizio di forma, disparità di trattamento con le altre”

Il noto procuratore ha parlato anche dell’Avellino nel corso di una rubrica che cura su Radio Marte

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Nel corso della sua rubrica che cura su Radio Marte, il noto procuratore Enrico Fedele, nel corso della rubrica “Fedele contro tutti” ha rilasciato alcune dichiarazioni tra cui alcune analisi sull’Avellino calcio, oltre che sul Napoli e la Serie A.

Queste le sue parole: “Calcio italiano in crisi? Quest’anno ne abbiamo viste di tutti i colori. Diverse squadre anche di A come Parma e Chievo si sono salvate per un pelo, il Chievo per un vizio di forma. Cosa che invece ha condannato l’Avellino di Taccone. Su questa vicenda io credo che ci siano state tante disparità di trattamento e che l’Avellino sia stato penalizzato. Taccone chiede 30 milioni di risarcimento? Fa bene, per delle fideiussioni è stato mandato in Serie D l’Avellino mentre altre squadre sono tranquillamente al loro posto e al massimo rischiano dei punti di penalizzazione. Non mi sembra una cosa equa”. 

Poi parole anche sul Napoli: “Ancelotti ha fatto un grave errore a venire a Napoli. Quella di Carlo è stata un’operazione di immagine visto che non è arrivato nessun giocatore. Ha rimontato le prime due partite ma il napoli ha già subito 9 gol in 3 partite e non va bene. Meret? Bel colpo in prospettiva, la sua fortuna è stata quella di non giocare queste prime giornate perchè quei gol li avrebbe presi anche lui. Ora potrà reclamare il posto da titolare quando torna”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy