Avellino calcio, Gigi Castaldo: “La salvezza dipende solo da noi. I tifosi devono essere la nostra arma”

Avellino calcio, Gigi Castaldo: “La salvezza dipende solo da noi. I tifosi devono essere la nostra arma”

Le parole dell’attaccante sul momento dei lupi e sul rush finale salvezza

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

In conferenza stampa al Partenio Lombardi, ha analizzato poco fa il momento in casa biancoverde, uno dei senatori dell’Avellino, Gigi Castaldo. L’attaccante ha ammesso di credere alla salvezza, ha chiesto alla piazza di essere unita e spingere i lupi all’obbiettivo prefissato.

Queste le parole di Castaldo: “La salvezza dipende solo da noi, se facciamo bene non dobbiamo guardare quello che fanno gli altri. Dobbiamo essere concentrati su quello da fare in campo. Dobbiamo metterci qualcosa in più, perchè stiamo anche giocando bene, ma non basta. Dobbiamo dare più del 100%. Problemi in difesa? Non credo. Quando si prende gol non è un problema solo della difesa come reparto, ma dell’intera fase difensiva che comprende anche noi attaccanti. Noi dobbiamo giocare con maggiore ritmo, come Perugia, e non partire con timore. In queste 5 partite dobbiamo guardare più ai risultati e meno alla prestazione. Scommetto che salveremo la categoria. Siamo concentrati per questo obiettivo. Con l’aiuto dei tifosi credo che possiamo tirarci fuori da questa situazione dura. Sono unici, non ho parole per descriverli. Carpi senza motivazioni? Sbagliatissimo. Non dobbiamo pensare che hanno staccato la spina, va affrontata con la giusta determinazione e grinta. Per me sarà più dura lì che a Palermo. Vincere a Carpi sarebbe fondamentale. Quanti punti servono? Quelli che servono. Non ci mettiamo qui a fare calcoli. Asencio è un giocatore che può far bene, deve crescere, migliorare, ma ha grande prospettiva. ha fatto sempre la primavera, è al suo primo campionato, quindi sta facendo bene, ma deve migliorare. Perchè siamo qui a lottare per la salvezza? Io credo che all’inizio i programmi non siano sempre così reali. E’ sempre il campo a parlare. Poi tanti infortuni, situazioni complicate, ci hanno condizionato. La squadra è tranquilla, sta lavorando bene per la gara di carpi che sarà decisiva. Siamo concentrati al punto giusto. Tatuaggio in caso di salvezza? Vediamo. Foscarini ci ha dato serenità e tranquillità e ha detto di credere in noi stessi”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy